Juventus, Caressa: “Dybala non è il giocatore più importante dei bianconeri”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Fabio Caressa convinto della non indispensabilità di Dybala
Fabio Caressa a Sky Sport 24 ha espresso il suo pensiero riguardo a quelle che saranno le conseguenze per la Juventus dopo l’infortunio subito da Paulo Dybala durante il match giocato contro il Cagliari. La Joya, uscito in lacrime dalla Sardegna Arena durante il secondo tempo del match giocato sabato scorso, ha subito una lesione distrattiva ai flessori della coscia destra di grado lieve-medio che lo terrà lontano dai campi, quasi sicuramente, almeno per 40-45 giorni. Questo significa che Dybala, se tutto procederà per il verso giusto, rientrerà tra fine febbraio e inizio marzo, saltando il match d’andata degli ottavi di finale di Champions League, in programma il 13 febbraio, contro il Tottenham. Per molti questo infortunio non ci voleva, perché Dybala dopo un periodo di appannamento durante il quale sembrava che Allegri lo avesse escluso dai suoi piani di gioco (relegandolo in panchina contro Inter, Bologna e Roma), tornato titolare, pareva essersi ritrovato viste le belle prestazioni offerte contro il Cagliari in Coppa Italia (autore di un gol) e contro il Verona in campionato (due i gol segnati in questa circostanza).

Altri invece, come il giornalista e telecronista di Sky, Caressa, non sono dello stesso parere; infatti Fabio la pensa così: “Secondo me c’era il rischio che la vicenda diventasse un po’ antipatica, prima della Champions. Perché secondo me Dybala avrebbe continuato a non giocare, soprattutto nelle partite importanti. Per Allegri c’è un solo centravanti, che è Higuain. Dybala fa la riserva di Higuain e, per farlo giocare come a Cagliari, devi cambiare il resto della squadra e togliere il 4-3-3. Quindi questo infortunio favorisce Allegri, gli permette di avere un equilibrio fino alla Champions che poi potrà essere stravolto, perché quando ci saranno due partite a settimana Dybala ne giocherà almeno una da titolare. Nessuno è felice quando si fa male un giocatore, ma meglio adesso che in un altro momento”.

Caressa infine, oltre a non considerare Dybala una pedina importante per i piani di gioco di Allegri, ritiene che l’argentino per ora sia semplicemente un ottimo giocatore, ma non ancora un fenomeno come molti vogliono far credere: “Dybala non è nemmeno il giocatore più importante dei bianconeri. Quello è Mandzukic, insieme a lui c’è Higuain e mettiamoci pure Khedira, Matuidi, Chiellini, Pjanic… E poi dobbiamo smetterla di giudicare un giocatore come un fenomeno dopo mezzo campionato. Potrà essere considerato tale quando supererà i 20 gol a stagione. Fino a quel momento resta un ottimo giocatore”.

  •   
  •  
  •  
  •