LEGA CALCIO A 8 | Il Cotton Club non molla la presa – Garbaglia espugnato ed il Bar Cristal si eclissa

Pubblicato il autore: SuperNews Lega Calcio a 8 Segui

La rincorsa alla Roma C8 Green Club non si ferma ed il Cotton Club non può sbagliare più: ad attendere i Campioni d’Italia al Garbaglia di Fiumicino c’è il Bar Cristal di mister Concutelli reduce dalla sconfitta proprio contro l’attuale capolista ed atteso al vaglio per rimanere aggrappato alla speranza Play-Off. Il Cotton Club, orfano di alcuni giocatori chiave, prima dell’inizio della partita vede la vetta lontana di sei punti.

MODULO 3-2-2 – Il Cotton Club scende in campo con uno schieramento inedito, condizionato dalle molte assenze in campo e dalla mancanza di seconde punte. Barbarella e Forcina sono costretti a fare gli straordinari e a fare sportellate per tutto il primo tempo, senza mai trovare la giusta luce. La difesa, ben piazzata e come al solito orchestrata perfettamente da capitan Zamperini, è completata da Tinazzi e da Innocenzi, spesso chiamati a salire e a dare una mano al centrocampo meno folto del solito, dove Nolano non riesce a rendersi quasi mai pericoloso. Il Bar Cristal risponde con Campanella (costretto ad uscire per infortunio verso la fine del primo tempo) e con un Mortaroli più in palla che mai. Pacifico in regia è una garanzia e nella prima parte del match è lui a dettare i tempi, con un atteggiamento tattico basato per lo più sulle ripartenze. Pochi squilli verso la porta di Santarelli e altrettanto pochi verso quella difesa da Iacobelli. Il primo tempo finisce con uno zero a zero che non accontenta nessuna delle due squadre.

Leggi anche:  Juventus, Allegri: “Dybala e Morata salteranno i match con Chelsea e Torino”

IL SOLITO COTTON – In questa stagione i Campioni d’Italia ci hanno abituato anche a partite di questo tipo, gestite con maturità nei primi minuti e con affondi repentini quando se ne creano le possibilità. Il canovaccio è anche oggi lo stesso, con la partita che cambia con l’ingresso di Blandino, che si alterna con Forcina e Barbarella nel comporre la coppia offensiva. Si sveglia Giannotti e lo fa alla grande, sia come motore instancabile di centrocampo, sia come finalizzatore. I tempi di inserimento del centrocampista mettono in crisi la difesa di un Bar Cristal che nei secondi 25′ stacca completamente la spina e riesce a trovare il gol con Mortaroli, ma solo dopo il raddoppio di Barbarella. È un Cotton che domina dal punto di vista fisico: straripanti sia Blandino che Forcina, con quest’ultimo bravo a sacrificarsi nel lavoro di sponda. Subisce una quantità di falli spropositata e si procura dei calci di punizione che fanno rifiatare i suoi. La partita finisce con un 1-4 fragoroso e forse anche un po’ troppo severo per quello che si è visto in campo, dato che nel primo tempo i padroni di casa se la sono giocata praticamente ad armi pari.

Leggi anche:  Serie C, Foggia-Juve Stabia 1-1: a Panico risponde Nicoletti

SGUARDO AL FUTURO – Chissà, cosa riserverà il futuro al Cotton, certo è che questa squadra dimostra una capacità di interpretare le partite che poche altre squadre hanno nella Lega. È un Cotton con qualche punto in meno rispetto alla Roma C8, ma sicuramente con una maturità diversa rispetto all’inizio della scorsa stagione, dove invece certe partite non si vincevano con questa facilità. Il Bar Cristal visto nella prima frazione di gara è una squadra sicuramente cresciuta rispetto a quella vista la settimana scorsa, sgretolatasi più facilmente e senza alcuna opposizione. L’ingresso nel secondo tempo di Alain Faccini è emblematico in tal senso: questa squadra difficilmente può prescindere da un giocatore in grado di ricoprire così tanti ruoli e con quella qualità.

MIGLIORE IN CAMPO | ZAMPERINI – In una partita di quelle “sporche”, che si vincono sudando e battagliando sul campo, può solo che spiccare il suo nome. Comanda da solo una difesa in emergenza e da vero leader in campo tiene alta la concentrazione tra i suoi. Gli attaccanti del Bar Cristal non la vedono praticamente mai, tant’è che Santarelli è chiamato a pochi e semplici interventi su tiri dalla lunga distanza. Gioca sempre in anticipo rispetto agli attaccanti ed oggi aiuta di più anche in fase di costruzione, mettendo in mostra ancora una volta un sinistro degno di nota. Quando la squadra è in difficoltà, ì lì che esce fuori il vero capitano.

Leggi anche:  Serie C, Foggia-Juve Stabia 1-1: a Panico risponde Nicoletti

Segui qui il Campionato della Lega Calcio a 8

  •   
  •  
  •  
  •