Lucas Torreira: il gioiello della Sampdoria è diventato grande

Pubblicato il autore: Andrea Valentini Segui

20-08-17 SAMPDORIA-BENEVENTO CAMPIONATO SERIE A TIM 17-18 FABIO QUAGLIARELLA GOAL 1-1

Con un fisico così è spesso difficile, nel calcio di oggi, riuscire ad imporsi in mezzo al campo a certi livelli. Non però se di quelle caratteristiche ne riesci a fare un vero e proprio punto di forza, abbinando a dei piedi sopraffini, un gran cuore ed una grinta fuori dal comune.

167 centimetri per 63 kg, Lucas Torreira, 22 anni a Febbraio, dopo aver preso in mano il centrocampo della Sampdoria, si è imposto a suon di ottime prestazioni risultando, per profitto, uno dei migliori calciatori nel suo ruolo in Serie A. Primo nella classifica dei palloni recuperati e nella top ten di quelli gestiti in fase di impostazione, Torreira “rompe” e fa ripartire ad un ritmo incessante dimostrando un’intelligenza tattica superiore alla media.

Arrivato in Italia nel 2013 dal Montevideo Wanderers grazie ad un’intuizione dell’osservatore Roberto Druda, esordisce con la maglia del Pescara in Serie B nel ruolo di trequartista. In questa stagione sarà protagonista della cavalcata dei delfini fino allo sfortunato epilogo dei play-off contro il Bologna che vedrà i rossoblu strappare l’ultimo biglietto utile per la Serie A. Quella stessa estate Torreira viene acquistato dalla Sampdoria che paga 2 milioni per il suo cartellino con l’impegno di lasciarlo ancora un anno in biancoazzurro.
Nella stagione successiva sarà Massimo Oddo, divenuto allenatore della prima squadra e che già lo aveva avuto a disposizione tra le file delle giovanili durante i suoi primi mesi pescaresi, ad arretrarlo a regista puro. Con l’ex campione del mondo in panchina Torreira riesce a raggiungere l’obiettivo della promozione bloccato sul più bello l’anno prima, sempre in finale dei play-off, questa volta nel vittorioso doppio confronto con il Trapani di Cosmi.

Leggi anche:  Juventus, il giudice sportivo ha deciso: due giornate a Morata

Il resto è storia recente. Giampaolo lo accoglie a braccia a parte e, valorizzando ancor di più il ruolo disegnatogli addosso da Oddo, gli consegna le chiavi del centrocampo della sua Sampdoria. Torreira risponde come meglio non potrebbe e dopo una stagione di ambientamento, giocata comunque a buoni livelli, esplode definitivamente nel campionato in corso. Primo (e secondo) gol in Serie A nella vittoria per 4 a 1 sul Chievo, sigillo nella vittoria casalinga per 3 a 2 contro i campioni d’Italia della Juventus e prestazioni sontuose contro Milan e, ultima in ordine di tempo, all’Olimpico nella sorprendente vittoria esterna contro la Roma

Talento e personalità indiscusse per il giovane centrocampista uruguaiano che ha suscitato un grande interesse delle big del nostro calcio e non. Le stesse Roma e Juve, ma anche Atletico Madrid, Siviglia ed Arsenal hanno chiesto informazioni sulla disponibilità di poterne concretizzare l’ingaggio in questa stessa sessione di calciomercato. Avances rispedite per il momento cortesemente ai vari mittenti con la promessa di rimanere in blucerchiato almeno fino a Giugno. Torreira è legato alla Samp da un contratto con scadenza nel 2022 ma al cui interno è presente una clausola da 25 milioni di euro che, a giudicare dalle cifre esagerate che stanno caratterizzando il mercato degli ultimi mesi, tutto sembra meno che un ostacolo a chiunque voglia assicurarsi le sue prestazioni.

Leggi anche:  Torino, "quarto d'ora granata" sostituisca "quarto d'ora da stupidi"

Per il momento Giampaolo non ci pensa e si gode il suo gioiello, inserito a meraviglia in una squadra che con il suo bel gioco sta dimostrando di poter meritare un dignitosissimo piazzamento europeo per la prossima stagione.

  •   
  •  
  •  
  •