Siviglia, che caos intorno a Montella. Gli ultras “invadono” il campo di allenamento

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui

Vincenzo Montella

Continua il periodo non proprio esaltante di Vincenzo Montella come allenatore. Dopo l’esonero con il Milan, le due sconfitte in Liga – sulle due partite disputate con il tecnico italiano in panchina – non hanno lasciato indifferente gli ultras della squadra andalusa che si sono recati al centro sportivo per fare sentire la propria voce.

Una delegazione di una ventina di tifosi hanno, infatti, raggiunto la Ciudad Deportiva “José Ramon Cisneros Palacios”e hanno preteso di incontrare i giocatori nonostante l’allenamento fosse in programma a “porte chiuse”. Il confronto c’è stato e vi ha preso parte anche Montella e i toni sono stati piuttosto accessi e, come riportato dalla stampa spagnola e quella italiana – sport mediaset.it e La Gazzetta dello Sport su tutti – si è sfiorato lo scontro. Squadra e allenatore sono stati tenuti “a rapporto” dagli ultras per oltre un’ora e si è reso necessario l’intervento della polizia per permettere ai giocatori di iniziare la seduta tecnico-tattica.

Leggi anche:  Juventus, Allegri: “Dybala e Morata salteranno i match con Chelsea e Torino”

La situazione si era già fatta incandescente durante l’ultima gara di campionato quando dagli spalti si è alzato un coro “in campo bisogna correre” con il quale i tifosi presenti allo stadio invitavano la squadra a dare qualcosa in più.

Certo non si può dire che la posizione del tecnico italiano si sia già fatta incandescente ma sicuramente i primi scricchiolii la panchina inizia a farli sentire. Montella però non perde il suo solito sorriso e il suo aplomb british e già in conferenza stampa si era difeso: “Se sono stato chiamato è perché c’erano dei problemi”.

L’obiettivo del Siviglia resta la conquista di una posizione valida per l’accesso alla prossima Champions League e, attualmente, il quarto posto – l’ultimo disponibile per garantirsi il pass alla maggiore competizione europea – occupato dal Real Madrid resta distante 3 punti.

Leggi anche:  Serie C, Foggia-Juve Stabia 1-1: a Panico risponde Nicoletti

Per l’aeroplanino, invece, è già tempo di dimostrare che la squadra ha invertito la rotta. Gli andalusi sono infatti attesi domani dall’Atletico Madrid per il match di andata dei quarti di finale di Coppa del Rey.

E proprio la Coppa nazionale aveva portato fortuna a Montella che all’esordio assoluto con il Siviglia aveva sconfitto il Cadice con il punteggio di 2 reti a 0 assicurandosi anche il passaggio del turno. Un appuntamento da non fallire per il tecnico se vuole continuare, con un minimo in più di tranquillità e serenità, l’avventura spagnola.

  •   
  •  
  •  
  •