Totti su Buffon e i suoi 40 anni: “Se gioca ancora il Pupone è lui”

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui

Buffon
Francesco Totti
e Gianluigi Buffon. Amici e rivali. Una carriera vissuta quasi sempre con maglie diverse, quelle di Roma e Juventus, ma che gli ha visti protagonisti assoluti con la maglia azzurra, quella della Nazionale Italiana nella vittoria più importante della loro carriera calcistica, quel Mondiale di calcio del 2006 che rimarrà per sempre nella storia di questo sport.
A due giorni dal quarantesimo compleanno del portierone della Juventus, è l’ormai ex collega, Totti a parlare di Buffon in un’intervista rilasciata a La Stampa.
Quarant’anni già superati per Totti, che ora segue in giacca e cravatta le partite della sua Roma da dirigente; vicino al “traguardo” anche Buffon che continua a parare e vincere con la Juventus ma che resta indeciso sul suo futuro. Due mondi completamente diversi quelli che vivono in questo momento l’ex 10 giallorosso e il numero 1 bianconero ma una vita sportiva, vissuta insieme da quando erano compagni nell’Italia Under 15 fino alle super sfide in campionato con maglie diverse: “La prima cosa che pensi è che siamo invecchiati ed è un vero peccato. In fondo quando rivedi la carriera dei tuoi amici è un po’ come riattraversare la tua vita. La sua carriera è stata fantastica e ora gli auguro di godersi i suoi 40 anni“.

Leggi anche:  Perugia Femminile, Giulia Piselli: "Abbiamo lavorato molto in settimana, siamo pronte"

Età che prima o poi inizia a farsi sentire. Non si è più ragazzini e Totti lo ha capito alla fine della scorsa stagione e tutti ricordano l’amore straziante con cui l’Olimpico lo ha salutato. Buffon vuole invece festeggiare il traguardo dei 40 in campo, magari da titolare contro il Chievo nella prossima partita e continuare, forse, ancora per un anno. L’ex capitano giallorosso è ironico sulla voglia di Gigi: Certo se volesse ancora giocare significherebbe che il vero Pupone è lui!“.
Una carriera, quella dei due capitani, vissuta in parallelo tra la rivalità di Roma e Juve e la complicità con la maglia della Nazionale. Proprio sulla vita nei rispettivi club e la possibilità di giocare insieme anche in campionato, Francesco Totti non nasconde quello che sarebbe stato un suo grande desiderio: “Lui e Cannavaro. Mi sarebbe piaciuto vederli con noi”.

C’è poi spazio per un flashback sulle loro azioni in campo. Al gol più bello segnato da Totti e alla parata più importante fatta da Buffon: “Ne scelgo uno per maglia, così non facciamo torti: il pallonetto contro il Parma e il gol contro la Juve da fuori area, stagione 2012-13. Tra le parate dico quella allo scadere a Torino sul 2-2 nel 2003. Tentai il cucchiaio e quel fenomeno me lo prese”.

  •   
  •  
  •  
  •