Diritti TV Serie A: Mediapro vuole creare un canale da rivendere a Sky e Mediaset

Pubblicato il autore: William Truppi Segui

La corsa per l’acquisizione dei diritti della SERIE A TIM diventa ogni giorno più accesa. Dopo la seconda asta di Venerdì scorso, conclusasi con un nulla di fatto a causa delle offerte insoddisfacenti di Mediaset e Sky, sembra profilarsi all’orizzonte uno scenario inedito per la realtà italiana relativa ai diritti tv per lo sport.
Infatti, dalla Spagna, giunge un’inedita offerta da parte di MEDIAPRO, che avrebbe proposto un accordo di circa 950 milioni di euro, superando così l’offerta da 650 milioni avanzata da Sky.
La Lega di Serie A, però, sarebbe intenzionata ad alzare ancora di più l’offerta minima accettabile, nel tentativo di incassare almeno un miliardo di euro per il prossimo triennio di diritti tv.

La proposta formulata dal colosso spagnolo MEDIAPRO si comporebbe nel seguente modo: realizzare un proprio canale dedicato esclusivamente a tutti i contenuti relativi alla Serie A,  con l’aggiunta di poter estendere il proprio abbonamento anche sui dispositivi mobili, tale progetto, inoltre, sarebbe poi messo in vendita per tutte quelle piattaforme interessate al suo acquisto.
Questa strategia, però, non è del tutto inedita, poichè ampiamente utilizzata dalla stessa azienda in territorio spagnolo, dove, a fronte di una spesa di 1,9 miliardi di euro per i diritti della Liga, è riuscita a piazzare una vendita al prezzo di 2,4 miliardi di euro a Telefonica, ripagando in questo modo le spese di tale manovra con una singola operazione di vendita (i diritti poi sono stati ceduti, successivamente, anche ad altre emittenti, aumentando così il guadagno).

Leggi anche:  Gomez raggiunge quota 250 partite con la maglia dell'Atalanta. Il post di Papu su Instagram

Il fondatore di Mediapro, Taxto Benet, ha poi rilasciato una lunga dichiarazione alla “Stampa” circa l’offerta proposta per i diritti della Serie A e del suo progetto sul suolo italico: “La nostra offerta va incontro ai tifosi ed è conveniente per la Lega. Cosa proponiamo? Una cosa molto semplice: un canale che trasmette tutte le partite della Serie A e nel futuro speriamo anche della Serie B. Il progetto di Mediapro è acquistare i diritti e poi distribuirli a più soggetti e con piattaforme diverse: le partite non si guarderanno soltanto in televisione, ma anche su altri supporti come smartphone e tablet.
“Cosa cambierà? Noi venderemo solo il nostro canale. Oggi chi si abbona a Sky o Mediaset acquista anche altri prodotti, film, serie tv, eccetera. Con noi non succederà. Vuoi vedere le partite? Compri solo il calcio, così si va incontro ai tifosi che pagheranno meno e avranno quello che vogliono davvero. Pacchetti per partite di una sola squadra? Al momento non lo abbiamo previsto. Si comprerà il canale con tutte le partite. Cambieranno i calendari, le partite dovranno essere più scaglionate per aumentarne l’interesse, come in Spagna. A chi rivenderemo i diritti? A chi li vorrà comprare. Mediaset? Non ci sono priorità e non abbiamo avviato un dialogo con nessuno, prima aspettiamo di vedere come andrà la settimana prossima la vicenda. Quando non ci sono partite, il nostro sarà un canale di informazione sul calcio no-stop. Ventiquattrore al giorno per sette giorni. Prima di mettere su una squadra, dobbiamo vincere la gara. Dopodiché ci metteremo al lavoro, ma siamo abituati a questo tipo di cose, faremo un prodotto di alta qualità”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: