Figc, habemus commissario: il curriculum di Roberto Fabbricini

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

figc
Figc,
ora è ufficiale: Roberto Fabbricini, segretario generale del Coni, è stato nominato commissario straordinario della federazione calcistica, in seguito alla mancata elezione del presidente federale di lunedì scorso.
Fabbricini è stato nominato dalla giunta esecutiva del Coni, su proposta dell’attuale presidente, Giovanni Malagò: il neo commissario avrà l’arduo compito di risollevare le sorti del calcio italiano, dopo la cocente esclusione dai prossimi Mondiali di Russia ed al conseguente terremoto politico-sportivo che ne è derivato.
Per attuare il programma di cui sopra, Fabbricini sarà affiancato dall’ex calciatore del Milan, Alessandro ‘Billy’ Costacurta, nonché da Angelo Clarizia, i quali fungeranno da subcommissari

A completare la squadra al vertice del massimo organismo del football italiano, ci saranno Massimo Proto, ordinario di diritto privato presso l’Università degli studi Link Campus University di Roma, e Alberto De Nigro, dottore commercialista di professione, ha assunto già il ruolo di presidente del collegio dei revisori dei conti nell’ambito del Coni.
I predetti nomi, pur non avendo un ruolo specifico nell’ambito Figc, sono stati comunque nominati da Malagò per coinvolgerli nel più ampio discorso di rinnovamento del calcio italiano.

Figc, il curriculum di Roberto Fabbricini

Un uomo del Coni  a tutti gli effetti, avendo svolto il ruolo di segretario generale già per cinque anni, Fabbricini è stato chiamato per provare a ricostruire il calcio italiano, deluso ed offeso dal fallimento dello scorso mese di novembre e la conseguente ecatombe in ambito politico-sportivo.
Malagò ha scelto quale traghettatore della Figc un uomo sportivo a 360 gradi: Fabbricini è stato un atleta nella categorie giovanili, nonché primatista e campione italiano juniores nella 4×100 a 17 anni.
Ha cominciato con il Coni sin da giovane, lavorando per il bene dello sport italiano sin dal 1972.

Fabbricini ha occupato anche il ruolo di dirigente del Coni sin dal 1984, mentre dal 1994 è dirigente superiore. Ma la carriera del neo commissario della Figc è stata improntata al rispetto di tutte le discipline: ha ricoperto altresì il ruolo di direttore esecutivo all’interno della Federazione Internazionale di Baseball, dal 2009 al 2012.
Uomo carismatico anche in ambito internazionale, laddove Fabbricini ha ricoperto il ruolo di componente della Commissione tecnica Giochi del Mediterraneo e della Commissione “Giochi Olimpici” dei Comitati olimpici europei (Coe).
Il nuovo massimo esponente della Figc ha già assunto il ruolo di commissario nella sua ricca ed affascinante carriera sportiva: nel 2014 è stato nominato primo rappresentante del comitato regionale del Coni della regione Marche, in seguito alle dimissioni dell’allora presidente Fabio Sturani.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: