Inter: i tormentoni dell’Estate iniziano con la ‘M’

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui


L’Inter è ancora in corsa per un piazzamento Champions insieme a Lazio e Roma soprattutto, ma con Milan e Sampdoria pericolosamente affacciate alla finestra e pronte ad approfittare di eventuali scivoloni delle tre squadre che gli stanno sopra. Le notizie arrivate dalla Cina in settimana hanno però movimentato le acque in casa nerazzurra, quelle notizie che sembrano portare Suning a un nuovo autofinanziamento sul mercato. Già, mercato inizia con la lettera M e autofinanziamento potrebbe voler dire cessioni illustri come quelle di Mauro Icardi e Milan Skriniar. Sul centravanti è da tempo forte la pressione del Real Madrid ma nelle ultime settimane sembra aver preso informazioni anche il Manchester United; l’attuale capitano nerazzurro non si tapperà le orecchie all’arrivo di eventuali proposte ma un eventuale qualificazione in Champions League da parte dei nerazzurri potrebbe favorire la sua permanenza a Milano. Su Skriniar si è scritto e parlato molto nelle ultime ore, il giovane difensore slovacco acquistato qualche mese fa dalla Sampdoria ha categoricamente smentito le frasi che lo stesso avrebbe pronunciato riguardo a un suo dubbioso prossimo futuro in nerazzurro, anzi, nella giornata odierna c’è chi ha addirittura parlato del fatto che il compagno di Hamsik in Nazionale potrebbe addirittura essere il prossimo capitano in caso di addio di Icardi; presto per parlarne, ciò che è certo, è che su Skriniar si stanno fiondando i principali club europei, se l’Inter dovesse sedersi al tavolo, non si priverà del proprio centrale per meno di 70 milioni di €.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, Zidane: "Con l'Inter sarà una finale"

Una nuova ricostruzione ? – Senza Icardi e Skriniar anche il futuro di Spalletti potrebbe essere in bilico, l’ex allenatore della Roma si è più volte detto innamorato dei colori nerazzurri ma ripartire da capo senza due dei giocatori attualmente più forti che possiede l’Inter non sarebbe facile soprattutto da un punto di vista psicologico. Icardi e Skriniar potrebbero fruttare insieme un tesoretto di 200 milioni senza considerare i soldi provenienti da Valencia per Murillo (circa 13 bonus compresi) e quelli probabili per Kondogbia, aspettando di capire se Joao Mario convincerà il West Ham a puntare su di lui anche per la stagione 2018-19. Arrivando al dunque, con le partenze dei due big attuali nerazzurri e i soldi provenienti da Murillo, Kondogbia e Joao Mario la società potrebbe trovarsi con un tesoretto di 280 milioni di cui parte da reinvestire subito su Cancelo e Rafinha. Non finisce qui però, perchè servirebbe trovare dei sostituti adeguati a Skriniar e Icardi, per quest’ultimo i nerazzurri si sono già tutelati con Martinez mentre sul primo, il nome caldo è quello relativo a De Vrji che potrebbe svincolarsi dalla Lazio al termine della stagione corrente. Tutto questo in attesa di capire il futuro, incerto, di giocatori come Brozovic, Candreva, Miranda e Perisic. Il futuro nerazzurro è tutto da scrivere, aspettando e sperando, nella Champions.

  •   
  •  
  •  
  •