Juventus, emergenza infortuni. Rugani ko con il Sassuolo ma Allegri rassicura

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 23: Massimiliano Allegri head coach of Juventus FC looks on during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

In casa Juventus sono gioie e dolori. Se il pirotecnico 7-0 rifilato al Sassuolo fa sorridere tutto l’ambiente bianconero, e la tripletta del Pipita Higuain ha lanciato un chiaro messaggio alle dirette rivali di campionato e coppa, a destare particolare preoccupazione sono invece le condizioni degli infortunati. A preoccupare il tecnico della Juve Massimiliano Allegri in vista della ripresa della Champions League sono le condizioni di diversi giocatori usciti anzitempo dalla sfida di domenica pomeriggio. Matuidi, Rugani e Khedira sono stati sostituiti prima della ripresa: il centrocampista francese è uscito al 25′ per un infortunio muscolare, i due compagni invece sono stati sostituiti all’intervallo lasciando un velo di mistero sulle loro condizioni. Certo è che ad una settimana dagli impegni al Franchi contro la Fiorentina e soprattutto dalla sfida di Champions League del 13 febbraio contro il Tottenham, l’infermeria della Juventus inizia ad essere davvero piena.

Juventus, emergenza infortuni. Rugani ko con il Sassuolo ma Allegri rassicura

Detto di Matuidi che ha palesato un infortunio muscolare dopo poco più di venti minuti di gioco contro il Sassuolo, e di Khedira sostituito pare solo in via del tutto precauzionale, a destare mistero sono le condizioni del difensore Daniele Rugani. Il calciatore ex Empoli era stato scelto da Allegri per partire dal primo minuto dopo il problema muscolare accusato da Barzagli nel riscaldamento pre-partita. Ma dopo i primi quarantacinque minuti ecco il cambio tra il classe ’94 e Benatia che nasconde, forse, un problema di natura fisica. Le prossime ore chiariranno meglio le condizioni del centrale bianconero che proprio durante la settimana era stato al centro di alcune voci che, a detta del suo procuratore, lo volevano insoddisfatto per il poco impiego ma nonostante tutto fedele alla Juventus. A poco più di una settimana dalla sfida di Champions, la situazione infortunati in casa Juventus inizia a farsi davvero preoccupante.
Alla lista degli indisponibili già ricca dei nomi di Cuadrado, Dybala, Howedes a cui si è aggiunto alcuni giorni fa Douglas Costa per una contusione al polpaccio che non desta particolare preoccupazione, si aggiungono quindi anche Matuidi, Barzagli e Rugani. Non una bella notizia per la gestione della squadra da parte di Allegri che comunque non lascia trapelare troppa ansia. Sul centrocampista francese, il tecnico livornese non lascia molte speranze di recupero in vista dell’impegno di Coppa: “Domani capiremo meglio l’entità dell’infortunio ma sarà difficile recuperarlo per la Champions, c’è comunque Marchisio che oggi ha fatto molto bene“.
Sulle condizioni del 23enne difensore Daniele Rugani, invece Allegri glissa sull’eventuale infortunio e non si lascia sfuggire alcuna informazione a riguardo ma ne approfitta per chiarire la posizione all’interno della squadra del giovane ex Empoli: “La concorrenza è importante, ma sta crescendo. Rugani è un giocatore di grande affidabilità e può ancora migliorare. Insieme a Romagnoli è il giovane più bravo della Serie A”.
Le prossime partite daranno maggiore chiarezza sull’effettivo stato di salute della rosa juventina. I 59 punti in campionato hanno fin qui dimostrato che Allegri è stato capace di sopperire alle assenze. Alle tre settimane, decisive, che arriveranno, il compito di confermare o smentire tutto questo.  

  •   
  •  
  •  
  •