Milan: Gattuso sulle orme di Josè Mourinho

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 06: AC Milan coach Gennaro Gattuso issues instructions to his players during the serie A match between AC Milan and FC Crotone at Stadio Giuseppe Meazza on January 6, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images scelta da Supernews)

Quando durante il match di ieri disputato allo Stadio Giuseppe Meazza tra il suo Milan e la Sampdoria, Gennaro Gattuso ha aizzato la folla per sostenere gli undici uomini in campo, in molti hanno accostato l’ex centrocampista rossonero a un tecnico che sul lato opposto del Naviglio ha fatto la storia: Josè Mourinho. Era la fredda sera del 24 Gennaio 2010 quando l’allora allenatore nerazzurro, in un derby vinto 2-0 dalla sua squadra con le reti di Diego Milito e Goran Pandev, incitava il pubblico a sostenere fino allo sfinimento i giocatori dell’Inter. Gattuso quel derby lo giocò 45′, prima di venire sostituito da Clarence Seedorf; una stagione disgraziata quella per colui che ora allena il Diavolo in quanto nel match di andata venne espulso per un fallo da ultimo uomo e la sanzione fu quella del calcio di rigore poi trasformato da Milito per il temporaneo 2-0. Il match, terminerà col punteggio di 4-0.

Leggi anche:  Dove vedere Napoli-Torino, streaming e diretta Tv - Sky o DANZ?

Quando cinque giorni fa Valeri Bojinov ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport: ‘Gattuso diventerà col tempo il nuovo Mourinho’, probabilmente in tanti gli hanno dato del folle. Adesso forse non più. Ciò che stupisce del tecnico rossonero è la grande umiltà, la grande voglia di lavorare, soprattutto il tenere i piedi per terra; il suo Milan è rinato e non è ora poi così lontano dal quarto posto che darebbe un accesso alla Champions League innominabile solo qualche settimana fa. Tra i meriti del tecnico, oltre quello di aver riportato a livelli diversi giocatori e l’essere quasi il padre dell’exploit di Patrick Cutrone, il fatto di aver acceso la lampadina. Giocare a San Siro contro il Milan, in Novembre per le squadre avversarie, non faceva differenza al giocare tra le mura amiche; ieri contro la Sampdoria invece il popolo rossonero è tornato a tifare e gioire. Un boato quello giunto col fischio finale.

Leggi anche:  MOVIOLA Lazio-Inter, tutti gli eventi del match all'Olimpico

Domenica 25 Febbraio, ancora una volta in posticipo, il Milan sarà ospite della Roma di Eusebio Di Francesco che anche grazie ai numeri del giovane turco Under è riuscita a risollevarsi dopo un periodo tra Dicembre e Gennaio tutt’altro che entusiasmante per i capitolini. Vincere, per la squadra rossonera, vorrebbe dire portarsi a una distanza di sei punti dai giallorossi e dalla Champions League sempre ammesso che Inter e Lazio non continuino nel loro periodo no. Il Milan nello Stadio Olimpico giallorosso non ci vince dal 29 Ottobre del 2011: 3 a 2, Gattuso quella sera non era a disposizione ma il 20 Marzo 2005, 2-0 firmato da Hernan Crespo e Andrea Pirlo, era tra i titolari. Chissà che Domenica sera, prima della partita, non insegni ai suoi Diavoli come affrontare la Roma per batterla, per tenere vivo il fuoco chiamato Champions League.

  •   
  •  
  •  
  •