Milan, tanti rossoneri nella Nazionale di Di Biagio. Ci sarà anche Cutrone ?

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

milan serbatoio dell'italia

Milan serbatoio della Nazionale Italiana di Calcio: negli ultimi mesi sembra invertito il trend che vedeva all’origine la Juventus quale unica squadra capace di sfornare il maggior numero di calciatori potenzialmente vicini ad indossare la maglia azzurra.
Con l’annuncio di Gigi Di Biagio quale traghettatore dell’Italia, impazza il toto nomi per quanto riguarda le convocazioni in vista dei prossimi impegni della Nazionale contro Argentina ed Inghilterra: tra i tanti profili che circolano da giorni, uno di assoluto rilievo è rappresentato da Mario Balotelli. L’attuale attaccante del Nizza non ha mai chiuso la porta, sebbene le scelte dei tecnici susseguitesi sulla panchina azzurra non hanno lasciato margini per una presumibile convocazione di Super Mario.
Tuttavia la possibile presenza di Balotelli nella nuova Italia non è sicura se a sedersi sulla panchina ci sarà Antonio Conte: di fatti tra i due non ci sarebbe quel feeling che invece era vivo con Prandelli. Per cui l’eventuale convocazione dell’attuale punta del Nizza sarebbe fortemente condizionata dalla figura del nuovo commissario tecnico.

Leggi anche:  Serie A, Benevento-Juventus: probabili formazioni; dal 1' con Bonucci e Dybala

I papabili calciatori del Milan vestibili d’azzurro

Sono numerosi i calciatori del Milan in rampa di lancio per la Nazionale: il quotidiano Tuttosport inizia a fare i nomi di Donnarumma, Romagnoli e Bonucci tra tutti, senza però dimenticare Bonaventura , Calabria, Cutrone e Conti, che dovrebbe recuperare dall’infortunio.
Occhio però anche ai prodotti del vivaio del Milan quali Darmian, De Sciglio, Cristante, Verdi e Petagna

Punto di partenza della nuova Italia è sempre e comunque Gigi Buffon: l’esperienza maturata con le 175 presenze in azzurro merita ben altri epiloghi. Da lì poi programmare il futuro anche con Balotelli, che proprio a Nizza sembra stia vivendo la sua migliore stagione agonistica. Annata altamente prolifica, in virtù dei suoi 19 gol in 25 partite, il che rappresenta a tutti gli effetti il suo record personale.
Quel Mondiale in Brasile gli ha tarpato le ali, quale migliore occasione per cancellare tutto il passato e ripartire sotto migliori auspici.

  •   
  •  
  •  
  •