Napoli, senti Puyol: “Bello vedere nuove squadre che giocano a calcio”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui
NAPLES, ITALY - DECEMBER 23: Players of SSC Napoli celebrate the 3-2 goal scored by Marek Hamsik during the Serie A match between SSC Napoli and UC Sampdoria at Stadio San Paolo on December 23, 2017 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Foto Getty Images © selezionata da SuperNews


Carles Puyol
è stato un giocatore che in carriera ha vinto “qualche” trofeo. Con il suo Barcellona negli anni scorsi soprattutto ha trionfato in lungo ed in largo sia in Spagna che a livello internazionale.
L’ex capitano dei blaugrana, ha parlato ai microfoni di RMC Sport dai Laureus Sport di Montecarlo toccando vari argomenti, come ad esempio l’avvento del VAR, l’arrivo di Rafinha all’Inter, l’esclusione dell’Italia dal mondiale, con il possibile addio di Gianluigi Buffon alla Nazionale:
Rafinha è andato all’Inter, che è sempre una grande squadra, in modo da poter giocare con maggior continuità rispetto a quella che possedeva al Barcellona. E’ un grande giocatore, sa stare bene in campo, servendo i compagni con precisi passaggi tra le linee, ma all’occorrenza sa anche segnare. Sa giocare bene sia in attacco che in ripiegamento difensivo. Purtroppo in questi anni ha avuto la sfortuna di incappare spesso in infortuni che gli hanno impedito di scendere in campo con regolarità. Non so cosa gli riservi il futuro, ma per ora deve solo pensare a giocare. Al resto ci penserà successivamente.
Italia fuori dal mondiale? E’ una brutta perdita. L’Italia sia che giocasse bene che giocasse male, competeva sempre per la vittoria ed è brutto che gli azzurri non possano partecipare al mondiale. Ci mancheranno i suoi giocatori, soprattutto Buffon, il quale meritava altamente di parteciparvi. Il grande portiere ora deve solo pensare a cosa sia meglio fare, se proseguire o se dire basta. Non dipende da me, la scelta è sua e se dovesse continuare confermerebbe di essere un vero esempio da seguire.
Il VAR? Io sono favorevole alla tecnologia in campo, dato che il calcio sta divenendo sempre più rapido, rendendo difficoltoso il compito dell’arbitro. E’ una cosa buona, soprattutto nelle occasioni di gol non-gol, mentre sul suo utilizzo in caso di fuorigioco, possiamo ancora discuterne parecchio…”
Successivamente, Carles Puyol risponde anche ad una domanda relativa al grande campionato che sta conseguendo il Napoli di Sarri, primo in Serie A con un ruolino di marcia impressionante: “Io il Napoli non lo seguo molto, però ho sentito che gioca benissimo e sono molto contento di sapere che ci sono squadre, nuove per così dire, che si mettono in mostra. Non c’è niente di più bello che vedere un gruppo di calciatori che gioca a calcio e ciò è desiderato anche dai tifosi.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Probabili formazioni AZ Napoli: Insigne e Mertens partiranno dalla panchina