Pagelle Udinese – Roma: Under non si ferma più!

Pubblicato il autore: Samuele Zagagnoni Segui

Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

Partita piacevole al Friuli in cui le due squadre si sono sfidate a viso aperto. A spuntarla è la squadra giallorossa che trova il goal del vantaggio a 20 minuti dalla fine grazie all’ennesima magia del giovane turco Under.
Resta positiva la prestazione dell’Udinese che, con Oddo in panchina, è sicuramente una squadra più pimpante rispetto ad inizio campionato.
Per la Roma i tre punti sono fondamentali. Infatti, oltre a permettergli di trovarsi al terzo posto (in attesa dell’Inter) gli garantiscono una maggiore tranquillità in vista del match di mercoledì contro lo Shakthar.

Pagelle Udinese

-Bizzarri 6: Il portiere dell’Udinese è attento per il tutto match. Richiama spesso la difesa per cercare di tenere alta la concentrazione. Non può nulla sulla sassata di Under e sul goal di Perotti a due passi da lui.

-Larsen 5,5:  Partita anonima del difensore. Non commette nessun errore madornale ma in alcune circostanze non  è attento come dovrebbe nelle marcature. Al 48′ del secondo tempo si prende un cartellino giallo per un brutto fallo da dietro.

-Danilo 6,5: Veterano della difesa. Richiama la posizione dei compagni e tiene sempre con diligenza la sua. Il ruolo di centrale in una difesa a tre è sicuramente quello che gli si cuce meglio addosso in questa fase della sua carriera.

-Samir 5: Soffre in maniera terribile il turco Under. Viene saltato ogni volta che viene puntato. Probabilmente mister Oddo avrebbe dovuto garantirgli una maggiore copertura invece di lasciarlo sempre solo contro il turco.

-Widmer 5,5: Nel primo tempo è una spina del fianco per la difesa della Roma. J. Jesus, infatti, non riesce a prendergli bene le misure. Cala in maniera vistosa nella ripresa facendo mancare alla sua squadra la spinta necessaria per ottenere un risultato positivo.

-Barak 6: Anche se mancino, ricorda in modo impressionante il primo Hamsik. Probabilmente questo giocatore continuerà la sua carriera in  lidi più alti. Gli spunti sono buoni, pecca solamente di imprecisione. Per un classe 94 i margini di crescita sono notevoli.

Leggi anche:  Probabili formazioni Serie A - 10° Giornata

-Behrami 5: Appare il lontano parente del giocatore grintoso che conosciamo. Molle in fase di interdizione e nullo in quella di impostazione. Mister Oddo lo richiama in panchina al 62′ per far entrare Jankto (Jankto 62′: S.v.).

-Fofana 6: Che potenza! Qualità in fase di interdizione alla Viera. Al primo tempo sfiora un goal con una terribile botta da fuori che finisce a lato di poco. Cala anche lui alla ripresa ma la sua prova resta comunque positiva. Il voto cala per l’errore nel finale, infatti, Defrel gli toglie dai piedi il pallone da cui nasce il contropiede del 2-0 della Roma.

-Adnan 6: Inizia il match con una fisicità straripante. Poi si ricorda che è appena rientrato da un infortunio e comincia a controllare le sue discese. E’ evidente, comunque, la sua crescita tattica da quando è arrivato in Italia (Balic 79′: S.v.).

-De Paul 6,5: E’ il migliore dei suoi. Ottima tecnica e visione di gioco. Tenta diverse imbucate che i suoi compagni non riescono a sfruttare. Nel finale, in posizione defilata, si mette in proprio per cercare il pareggio. Tiro potente ma troppo centrale per sorprendere Alisson.

-Perica 5: Partita anonima. Il giocatore non riesce a sfruttare due situazioni decisamente favorevoli per i suoi. Nel primo tempo non sfrutta un erroraccio di J. Jesus facendosi anticipare da Alisson. Anche nel secondo tempo è troppo molle quando ha l’occasione di battere il portiere brasiliano. Viene anche ammonito per una sbracciata su Manolas. (M. Lopez 77′: S.v.).

 

Pagelle Roma

-Alisson 7: Che portiere! Nel primo tempo salva il risultato su un errore imperdonabile di J. Jesus. Nel secondo tempo, invece, si supera su Perica. Ciò che colpisce del giocatore è la tranquillità e la sua capacità di farsi trovare sempre pronto. Oltre alle note qualità tecniche sorprende le sua immensa forza mentale. Nota di merito anche per l’eleganza con la quale si libera in disimpegno di De Paul nel primo tempo.

Leggi anche:  Atalanta, a lavoro verso Udine. Il programma odierno a Zingonia

-Florenzi 6: Con la fascia sinistra lasciata a J. Jesus lui ha il compito di attaccare con maggiore intensità. Non disdegna di avanzare ma troppe volte è impreciso. In fase difensiva non soffre le sortite di Adnan guadagnandosi così la sufficienza.

-Manolas 6,5: Solita prestazione del greco in fase difensiva. Oggi, diversamente dal solito, è pulito anche in fase di impostazione.

-Fazio 6,5: Insieme al compagno di reparto disputa una partita attenta e senza sbavature. Le importanti letture del giocatore gli permettono di sopperire ai noti limiti fisici.

-J.Jesus 5,5: L’errore ad inizio del primo tempo rischia di far prendere goal alla squadra. Poi continua a soffrire le avanzate di Widmer. Nel secondo tempo scende in campo in maniera diversa. Atteggiamento ed aggressività che gli permettono di recuperare diversi palloni e fare chiusure importanti. Il rammarico è che questo giocatore ha dei mezzi fisici importanti che, se non ci fossero gli inspiegabili errori di concentrazione, gli permetterebbero di essere un giocatore importante per la Roma.

-De Rossi 6,5: La sua partita si può riassumere in una sola parola: esperienza. Conosce i suoi limiti fisici e li sopperisce giocando di prima. E’ un giocatore pensante che alla Roma, quando lui non c’è , manca terribilmente (Strootman 75′: S.v.).

-Pellegrini 5,5: Deve prendere le misure e la confidenza con questo ruolo. Nella nuova  posizione, infatti, non si può permettere di sbagliare i passaggi e di controllare il pallone con leggerezza. Solamente giocando potrà limare queste lacune.

Leggi anche:  Lite Gasperini-Gomez, la società interviene a Zingonia. Serve tregua o si rischia il crollo

-Under 7,5: Che goal, che fattore! Gioca un buon match facendo soffrire terribilmente il malcapitato Samir. Sbaglia alcune scelte e Nainngolan glielo fa notare più volte. Si fa perdonare tutto con una botta terrificante di mancino (Defrel 87′: Solamente quattro minuti più recupero che non gli permettono di prendere un voto in pagella. Rimane però il recupero di palla che ha permesso alla Roma di raddoppiare).

-Nainngolan 6,5: Prestazione decisamente positiva in fase offensiva e di impostazione.  Ad esempio nel primo tempo fa una giocata importante liberandosi di Widmer per poi servire un pallone d’oro ad El Shaarawy. Fondamentale anche l’assist che permette a Perotti di raddoppiare.
Una sola bacchettata necessaria: giocare da trequartista non gli deve far pensare che si può permettere di non fare i necessari rientri in fase difensiva. Troppo spesso, infatti, dopo l’azione offensiva,  si è fermato in avanti invece di correre all’indietro. La prestazione resta comunque più che positiva.

-El Shaarawy 5,5: Parte pimpante e con la voglia di fare goal. La sua partita, però, è piena di imprecisione. Nel primo tempo non sfrutta due importanti occasioni manifestando di essere troppo poco cinico. Nel secondo tempo cala ulteriormente e il Mister è costretto a richiamarlo in panchina. (Perotti 6,5: Entra bene puntando gli avversari e calciando verso la porta di Bizzarri. Si fa trovare pronto nello sfruttare l’assist di Nainngolan che lo manda davanti a Bizzarri per il 2-0).

-Dzeko 6,5: . Il voto se lo si  considerasse meramente come finalizzatore sarebbe basso. Ciò nonostante, non si possono sottovalutare tutti i palloni protetti e le occasioni create. Nella fase conclusiva della partita è il giocatore di raccordo della squadra che permette alla stessa di salire con i tempi giusti. Nel secondo tempo si crea da solo un’occasione dal nulla ma, dopo aver saltato un paio di giocatori, calcia sul portiere. Giocatore, nel bene e nel male, totale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,