Shakhtar-Roma, Di Francesco:”Ad oggi Florenzi non sarebbe disponibile, domani vedremo”

Pubblicato il autore: Stefano Salamida Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 23:Eusebio Di Francesco manager of AS Roma instructions to his players during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Alla vigilia del match valido per gli ottavi di finale di Champions League tra Roma e Shakhtar, ha parlato l’allenatore giallorosso Eusebio Di Francesco. La squadra giallorossa sta attraversando un buon periodo di forma, complice anche le tre vittorie consecutive in campionato, ma, proprio per questo, l’allenatore abruzzese non vuole che i suoi abbassino la guardia contro gli ucraini:”Siamo in grande crescita, e dobbiamo evitare i cali di tensione, l’ambizione del gruppo è quella di superare il turno, sapendo che di fronte c’è una buonissima squadra“. Il mister giallorosso parla della condizione dei suoi, soprattutto del terzino Florenzi:”Alessandro non sta bene, ad oggi non sarebbe disponibile, domani si vedrà. E’ rimasto in albergo e mi auguro che domani sarà della partita, d’altronde, anche De Rossi sarà valutato domani. Non vi dico la formazione perché voglio la massima concentrazione da parte di tutti i ragazzi, per questo deciderò tutto domani“. Quando gli viene chiesto come si gestisce un giocatore come Under e se può farne a meno, l’allenatore risponde così:”E’ cresciuto tantissimo, con tanto lavoro e grande umiltà, ovviamente siamo felici di averlo in squadra perché è un valore aggiunto, ma domani gioca la squadra e non Under, quindi, come ho già detto, se giocherà lo saprete solo domani“.

Leggi anche:  Bologna corsaro a Marassi: 2-1 alla Sampdoria

Massima concentrazione per la gara di domani, considerando anche l’ultimo precedente. La Roma incrociò gli ucraini nel 2011, sempre negli ottavi di finale di Champions League, e ai giallorossi non andò di certo bene. Nel doppio confronto, lo Shakhtar si impose all’olimpico per 3-2, e nella gara di ritorno eliminò definitivamente i giallorossi con un secco 3-0. Di quella squadra è rimasto solo l’attuale capitano Daniele De Rossi, e i brutti ricordi che la Roma di Di Francesco cercherà di eliminare dalla menti dei tifosi, magari vincendo e passando il turno.

  •   
  •  
  •  
  •