Torino-Juventus Primavera, gesto vergognoso di Leandro Fernandes verso i tifosi granata

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

 

Ieri pomeriggio è andato in scena il derby Primavera tra Torino e Juventus. Dopo ben 25 anni il match è tornato a giocarsi al mitico stadio Filadelfia (la “Fossa dei Leoni”, casa del Grande Torino dal 1926 al 1963; i granata al Fila vinsero sei scudetti, rimasero imbattuti per ben 6 anni -più di 100 partite-), e come ci si poteva immaginare l’atmosfera, nonostante fosse una partita di campionato Primavera, era infuocata. Gli spalti erano gremiti, la curva del Torino ha incoraggiato incessantemente i suoi ragazzi con cori che delle volte sono andati oltre il limite del decoroso (spesso si è sentito “uccidiamoli”, “devi morire”; frasi rivolte dai tifosi del Toro ai giocatori della Juventus rimasti a terra dopo un contrsto di gioco), insomma il clima era equiparabile a quello di una partita di Serie A. Il match, dopo una battaglia durata più di 90 minuti, ha visto uscire vincitrice la Juventus di Dal Canto grazie ad un gol al 90′ di Jakupovic.

Leggi anche:  Fabio Capello: "Questa sera ho visto una Juve mediocre. Arthur non ha visione di gioco"

Ed è proprio in quel frangente che si è verificato il gestaccio incriminato: durante l’esultanza per la rete segnata il giocatore della Juventus, Leandro Fernandes, rivolgendosi verso la curva del Torino, ha mostrato loro il dito medio. Il fatto non è passato inosservato, tant’è che i compagni del giovane giocatore per evitare il peggio lo hanno scortato a centrocampo e successivamente l’arbitro lo ammonito (anche se l’espulsione sarebbe stata la sanzone più giusta). La Juventus a fine partita ha giustamente deciso di multare il giocatore per il brutto episodio di cui si è reso protagonista.

Dal canto suo, Fernandes si è voluto scusare con un post inserito su Instagram, che recita: “Mi scuso per il mio gesto non volevo offendere il pubblico e tanto meno i tifosi del Torino. E’ stata un gesto di reazione agli insulti razzisti e alle offese contro mia madre che alcune persone mi hanno rivolto per tutta la partita. Ho sbagliato e devo imparare per il futuro a controllarmi anche se a volte e’ difficile restare passivi e bisogna comunque combattere il razzismo insieme”. Ecco spiegato dunque il motivo della sua reazione. Nonostante il comportamento dei tifosi del Toro sia da condannare (è inaccettabile che nel 2018 ci siano ancora casi di razzismo negli stadi), altrettanto si puo dire del gesto compiuto dal Fernandes.

Leggi anche:  Haaland-Juventus, il padre del norvegese: "Ecco perché mio figlio rifiutò i bianconeri"

Dopo l’indigesto antipasto di ieri, oggi alle 12:30 scenderanno in campo Torino e Juventus per disputare il 196° derby della Mole: l’augurio è che sia una partita emozionante, ma priva di gesti vergognosi come quelli andati in scena ieri pomeriggio.

  •   
  •  
  •  
  •