Torino – Udinese: chi perde è fuori dalla lotta per l’Europa

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui

during the Serie A match between Torino FC and Cagliari Calcio at Stadio Olimpico di Torino on October 29, 2017 in Turin, Italy.Il successo del Milan e un calendario che non sembra promettere nulla di positivo nella giornata odierna vedi Sampdoria – Hellas Verona allo Stadio Marassi, mette Torino e Udinese nelle condizioni di non poter mancare la vittoria per inseguire il sogno chiamato Europa League. I granata non subiscono reti in casa dal 16 Dicembre, data peraltro, dell’ultima sconfitta: 1 a 3 contro il Napoli, dopo sono arrivati uno 0 a 0 col Genoa e due 3 a 0 rispettivamente contro Bologna e Benevento. La squadra friulana, che con Massimo Oddo in panchina ha decisamente cambiato marcia, in questo 2018 ha ottenuto 4 punti nelle tre trasferte disputate, frutto del pareggio in casa del Chievo Verona, la sconfitta allo Stadio Olimpico contro la Lazio, e il successo di misura nella Genova rossoblu firmato dallo svizzero Valon Behrami.

Uno sguardo al calendario – Entrambe le squadre non possono vantarsi di avere un immediato proseguo di torneo dei più semplici ma tra le due la squadra che può maggiormente sorridere è certamente quella piemontese che dopo il derby in programma per la prossima settimana, andrà ad affrontare l’Hellas Verona in trasferta, ospiterà il Crotone, e al termine di un mese comunque non semplice, sfiderà la Roma in quello Stadio Olimpico giallorosso già violato dai granata in questa stagione durante la TIM Cup. Decisamente meno sereni possono stare i bianconeri del tecnico Oddo che dopo la gara di Torino ospiteranno in casa la Roma, successivamente saranno ospiti della Sampdoria, quindi Fiorentina in casa per poi fare ritorno nel capoluogo piemontese dove però l’avversaria sarà la Juventus allo Stadio Allianz.

Leggi anche:  SKY o DAZN? Dove vedere Torino Sampdoria in streaming e in diretta tv, Serie A 9° giornata

I precedenti a Torino – La squadra granata non riesce a battere quella bianconera dalla stagione 2014-2015: era il 19 Ottobre e la gara venne decisa nel secondo tempo da un gol di Fabio Quagliarella. Dovendo invece cercare l’ultimo precedente vittorioso per i granata ma nel girone di ritorno bisogna addirittura tornare allo stagione 2008-09, anche in quel caso il match terminò col punteggio di 1 a 0 e a deciderlo fu il difensore Dellafiore. Nel 2016-17 finì con un pareggio per due a due mentre un anno prima furono i friulani a vincere manco a dirlo per 1 a 0: autore del gol vittoria fu il centravanti croato Stipe Perica. Nelle sfide disputate durante il girone di ritorno, ultima vittoria friulana risalente alla stagione 2007-08, finì anche in quella circostanza 1 a 0 con la rete stavolta messa a segno durante la prima frazione da Simone Pepe.

Leggi anche:  Acceso scontro in radio tra Cruciani e Maradona junior

Le probabili formazioni, casa Torino – Walter Mazzarri conferma il 4-3-3 e la difesa che bene ha fatto otto giorni fa in casa della Samp strappando un prezioso 1 a 1 e andando vicina al colpaccio. Si cambia a centrocampo: Acquah, squalificato, non potrà essere del match, al suo posto verrà arretrato in mediana Baselli che una settimana fa aveva giocato più avanzato; Rincon confermato in mezzo mentre sulla sinistra è sfida tra ex Inter con Ansaldi favorito su Obi. In avanti Iago Falque confermato a destra, l’arretramento di Baselli sarà compensato col ritorno al centro dell’attacco del Gallo Belotti che non segna dal 16 Dicembre; a destra è lotta tra Niang e Berenguer con quest’ultimo che alla fine potrebbe vincere il ballottaggio non fosse altro che l’ex Milan è in diffida e Mazzarri non vuole perderlo in vista del derby della prossima settimana,

Leggi anche:  Serie A, Atalanta in un momento difficile: tre gare solo 2 punti

Le probabili formazioni, casa Udinese – Oddo cambia leggermente rispetto al pareggio interno col Milan passando da un più cauto 3-5-1-1 al 3-5-2. Pacchetto difensivo completamente confermato per l’ex tecnico del Pescara. A centrocampo la novità è Widmer che subentra a Zampano sulla corsia destra, il calciatore in prestito dal Pescara è dato per favorito rispetto a German Pezzella; centralmente, nonostante la diffida, Barak dovrebbe essere tra gli undici titolari. La novità più importante riguarda l’attacco dove De Paul sembra possa accomodarsi in panchina, il fantasista argentino nel match di andata andò a segno su calcio di rigore, esattamente come andò a segno anche Kevin Lasagna che in questo momento sembra favorito sul numero 10; l’ex attaccante del Carpi sarà affiancato da Maxi Lopez, ex della partita.

  •   
  •  
  •  
  •