Buffon – Pirlo, da qui riparte la nuova Nazionale: ecco i possibili scenari futuri

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
buffon

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Buffon come è noto ha risposto nuovamente presente alle convocazioni della nuova Nazionale targata Gigi Di Biagio. Il portiere bianconero, che aveva annunciato l’addio alla maglia azzurra negli istanti immediatamente successivi alla deblacle dello scorso novembre contro la Svezia, che sancì nella circostanza l’esclusione dell’Italia dai prossimi Mondiali di Russia, ha voluto nuovamente dare una mano e rappresentare a tutti gli effetti quell’elemento di “aggregazione” per tutta la rappresentativa, impegnata nelle prossime sfide amichevoli contro Argentina ed Inghilterra.
Ma Buffon non è il solo eccellente ritorno per la Nazionale italiana: in uno scenario futuro ancora da definire, in particolar modo per quanto riguarda la guida tecnica, con Di Biagio sempre più traghettatore, tra i tanti nomi che circolano negli ultimi giorni, c’è anche quello di Andrea Pirlo. L’ex calciatore di Milan e Juventus tra le tante andrebbe a ricoprire un ruolo del tutto inedito e dai contorni decisamente interessanti.

Leggi anche:  Roma, guai in difesa per Fonseca: nuovo stop per Smalling

Da qui riparte l’Italia: Buffon e Pirlo pilastri azzurri

Si parla insistentemente a partire da questa stagione del possibile ritiro di Buffon dal calcio giocato: un’ipotesi plausibile per tanti, soprattutto alla luce della carta di identità del portierone ma al contempo dei recenti infortuni occorsogli. La Juventus già al suo tempo si era tutelata puntando su un estremo difensore di esperienza anche internazionale, oltreché di età relativamente giovane, ossia Wojciech Szczesny.
Tuttavia il ritiro di Buffon potrebbe essere prorogato di ulteriori 5-6 mesi in caso di vittoria, da parte della Vecchia Signora, della Champions League: la possibile ipotesi sarebbe quella di vederlo in campo anche per l’eventuale Mondiale per club, competizione alla quale prende parte la squadra vincitrice del maggiore trofeo continentale.

Leggi anche:  Dove vedere Parma-Cosenza, streaming gratis e diretta tv RAI?

In ottica azzurra però le cose andrebbero diversamente: con la Nazionale azzurra privata di qualsivoglia impegni di calibro internazionale, tra qualche amichevole da qui a giugno, solo nel mese di settembre si comincia letteralmente a fare sul serio. Per Buffon e compagni si profila una nuova competizione continentale, la Nations League, che vedrà appunto impegnata la nostra rappresentativa nel prossimo autunno/inverno.
In vista di questo impegno, l’occasione potrebbe essere inidonea per lasciare la Nazionale nel bel mezzo della competizione in questione: per Buffon potrebbe esserci uno stop alla maglia azzurra prima di settembre, con un nuovo interessante scenario. Si parla di un possibile impiego del capitano della Juventus nel Club Italia, in qualità di direttore. Un ruolo di natura prettamente istituzionale ma che ad ogni modo si addice allo stesso calciatore.

Leggi anche:  Diletta Leotta, che attacco di Selvaggia Lucarelli: "Ha boicottato lei Dazn per dirottare tutti su ‘Ballando’ e Scardina"

Diverso il discorso che riguarda Pirlo: dopo l’addio al calcio giocato esplicitato in seguito all’ultima esperienza negli USA, anche per l’ex regista della Nazionale potrebbe esserci spazio per un interessante ruolo nel Club Italia, anche se meno istituzionale e più tecnico. Potrebbe essere evidentemente collaboratore del commissario tecnico che verrà.
Nella fattispecie, Pirlo ha avuto modo di conoscere e giocare per due dei possibili candidati alla panchina azzurra, ossia Carlo Ancelotti ed Antonio Conte, raccogliendo nella circostanza importanti risultati. Una collaborazione con uno dei due potenziali c.t. sarebbe senza dubbio plausibile, soprattutto in un’ottica di rinnovamento del settore.
Nell’immediato futuro, Buffon e Pirlo potranno diventare a tutti gli effetti i pilastri della Nazionale che verrà.

  •   
  •  
  •  
  •