Icar-day: l’Inter asfalta la Sampdoria al “Marassi”, poker del capitano Icardi

Pubblicato il autore: Jacopo Raspatelli Segui

TURIN, ITALY - DECEMBER 09: Mauro Icardi of Internazionale in action during the Serie A match between Juventus and FC Internazionale at Allianz Stadium on December 9, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Giornata da incorniciare per l’Inter ed in particolare per il capitano Icardi che trova la 100esima rete in Serie A ma non si ferma: arrivano anche la 101, 102 e 103. Quattro goal per l’argentino che a fine partita farà sicuramente discutere sulla sua non convocazione in nazionale.

E’ un Inter senza freni che lancia un grosso segnale alle concorrenti per la qualificazione in Champions League. I nerazzurri siglano una prestazione spettacolare imponendosi sulla Sampdoria al “Marassi” nel lunch match della 29esima giornata di Serie A con un clamoroso 5 a 0.

Parte subito forte l’Inter con due occasioni nette per Icardi: al 2′ su cross di Cancelo su cui l’argentino non riesce ad intervenire di testa e al 13′ concludendo in modo sporco ed impreciso un passaggio rasoterra di Candreva. E’ un Inter che ha sempre in mano il pallino del gioco e lo dimostra dal 26′ in poi. In cinque minuti infernali i doriani si fanno trovare più volte scoperti e subiscono 3 reti. La prima è un colpo di testa di Perisic, su cross morbido di Cancelo, che scavalca Viviano e si insacca in rete. La seconda arriva dopo soli quattro minuti: Barreto stende Rafinha in area e Tagliavento fischia il rigore. Dagli undici metri Icardi è freddissimo e spiazza il portiere siglando la rete numero 100 in Serie A. Passano soli sessanta secondi e l’Inter va per la terza volta in rete. Icardi da attacante vero si fionda in area di rigore e di tacco in area piccola beffa Viviano. La Samp prova a scuotersi, Giampaolo manda in campo Verre per Bereszynski e sfiora due volte il goal prima con Praet, bravo Handanovic con i piedi, e poi con Zapata che di testa colpisce il palo. I blucerchiati sembrano di nuovo in gara ma a colpire è ancora l’Inter, sempre con il capitano Mauro Icardi. Tra i fischi assordanti del pubblico le squadre tornano negli spogliatoi sul risultato di 4 a 0 per i nerazzurri.

Leggi anche:  Juventus, Pirlo: "Senza giocatori esperti facciamo fatica"

Il secondo tempo inizia proprio come si era concluso e cioè con una rete di Icardi, che al volo batte nuovamente Viviano. Poche emozioni dopo il 5 a 0 che chiude definitivamente la partita. C’è spazio per Eder che prende il posto di Icardi che si gode l’ovazione dei tifosi ospiti. L’Inter mantiene saldamente il risultato fino al fischio finale che arriva senza recupero.

I nerazzurri volano a 55 punti a due punti dal terzo posto occupato dall Roma. La Sampdoria rimane a 44 all’ottavo posto e vede all0ntanarsi la zona Europa.

  •   
  •  
  •  
  •