Immobile-Parolo, troppi minuti con l’Italia di Di Biagio? Lazio furiosa con la FIGC

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto originale Getty Images© selezionata da SuperNews

Immobile-Parolo, rabbia Lotito. Hanno giocato tanto, forse troppo. Ciro Immobile e Marco Parolo sono stati tra i giocatori più utilizzati da Gigi Di Biagio nelle amichevoli con Argentina e Inghilterra. La Lazio sarebbe molto arrabbiata con la FIGC per la gestione dei due calciatori. “E menomale che si doveva fare attenzione per i club”, sottolinea l’edizione odierna de “Il Messaggero”. Una notizia poco positiva per la compagine capitolina, ancora impegnata pienamente su due fronti. La società è preoccupata soprattutto per le condizione del proprio centravanti, uno dei bomber più prolifici del panorama europeo, già col fiato corto nelle ultime uscite. E’ per questo che Claudio Lotito si è infuriato con la Figc.  Lo stato fisico dei due giocatori sarà monitorato nella seduta di oggi pomeriggio a Formello. Maggiori considerazioni si potranno trarre nei prossimi giorni.

Vero è che la Lazio nel prossimo turno di campionato è atteso dal match contro la cenerentola della serie A, il Benevento. I biancocelesti sono però anche attesi da un quarto di finale di Europa League. Tra otto giorni infatti all’Olimpico arriva il Salisburgo. Immobile e Parolo sono giocatori utilizzati moltissimo da Simone Inzaghi, com’è giusto che sia. Non solo, nel mirino biancoceleste comincia anche ad esserci il derby con la Roma del prossimo 15 aprile. Le due squadre ci arriveranno dopo aver giocato entrambe in Europa. In quel caso non ci dovrebbero essere polemiche, ma nel campionato più avvelenato del mondo il condizionale è più che d’obbligo.

Immobile, pericolo giallo per il bomber della Lazio

Oltre alla possibile stanchezza del doppio impegno in nazionale, Ciro Immobile ha anche un altro problema da gestire. Il capocannoniere della serie A è infatti sotto diffida. Un altro cartellino giallo e scatterà automatica la squalifica. Come detto nella mente della Lazio si comincia a far strada il pensiero del derby. Prima del match contro la Roma ci sono altri due impegni: in casa con il Benevento e in trasferta con l’Udinese. In mezzo il doppio impegno di Europa League contro il Salisburgo. Simone Inzaghi dovrà gestire al meglio la rosa, tenendo conto del fatto che d’ora in poi è vietato sbagliare.

Immobile è il cannoniere principe della serie A, irrinunciabile per la Lazio. Ci sono due scuole di pensiero in questo caso: farsi ammonire e saltare l‘Udinese per presentarsi poi al derby oppure giocare facendo la massima attenzione contro i friulani. E’ altresì chiaro che Immobile, come altri giocatori cardine della Lazio, non potrà giocare sempre e comunque. Un cartellino giallo contro il Benevento consentirebbe di giocare al massimo il ritorno contro il Salisburgo, per poi riposare contro l’Udinese. Calcoli e ipotesi che poi dovranno avere l’inevitabile riscontro del campo. Una situazione che sarà più chiara anche dopo i recuperi della settimana prossima. Soprattutto Milan-Inter dirà qualcosa in più sulla corsa al terzo e quarto posto. La Champions League resta un obiettivo alla portata della Lazio. Serve  giocare, segnare e vincere. Per le polemiche ci sarà spazio nella lunga estate. Senza Mondiale per l’Italia, così i calciatori di casa nostra non avranno modo di stancarsi troppo. Bontà loro.

  •   
  •  
  •  
  •