Juve-Milan, sfida speciale per Bonucci. Come verrà accolto allo Stadium?

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

MILAN, ITALY - DECEMBER 10: Leonardo Bonucci of AC Milan looks on during the Serie A match between AC Milan and Bologna FC at Stadio Giuseppe Meazza on December 10, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)


Juventus-Milan
è il “clasico” italiano. E’ una partita che si ripete fin dalla notte dei tempi e sono venute fuori sempre battaglie epiche che sono entrate a far parte della storia. Tanti gli uomini che hanno indossato le due maglie e che hanno reso speciale questa sfida. I vari Pirlo, Maldini, Gattuso, Del Piero, Kakà, Seedorf, il quale ha sempre avuto un conto aperto con Gigi Buffon, avendolo trafitto più volte nel corso della sua carriera. Insomma è la gara delle gare di Serie A. Peccato che oggi Juventus e Milan giocano per obiettivi differenti rispetto a quelli che sono stati in passato: anni fa le due squadre si sono giocate scudetti, posti in Champions League ma non solo. Come dimenticare la finalissima di Manchester del 2003? Una partita epica nella quale il Milan ha sollevato la coppa dalle grandi orecchie affrontando proprio la Juve, confermando lo scarso feeling che i bianconeri possiedono in quella competizione.

Leggi anche:  Juventus-Napoli, la partita della discordia: decise data e ora

Poi dal 2006, Juventus-Milan ha sempre mantenuto lo stesso fascino però non è più stata una sfida decisiva per qualcosa. Si è dovuto attendere fino al 2012 per avere una partita equilibrata. In quel caso la Juve ha vinto 2-0 in casa contro il Milan nel neonato Juventus Stadium in una sfida emozionante. Ma quello è stato anche l’anno in cui si è verificato l’episodio che ha un po’ minato i rapporti tra le due società: il gol di Muntari. Come dimenticare quell’errore tanto clamoroso? Da quel momento Juve-Milan non è più stata una sfida in cui ci si giocava qualcosa di importante, eccezion fatta per la finale di Coppa Italia del 2016 vinta dai bianconeri e per la Supercoppa Italiana dello stesso anno sollevata dai rossoneri a Doha. Ma rimane sempre un match di cartello tra le due squadre storicamente più forti d’Italia.

Leggi anche:  Coppa del Re, dove vedere Barcellona-Siviglia: streaming e diretta tv in chiaro?

Si tratta di una sfida speciale soprattutto per tre persone in particolare. Uno è certamente l’allenatore della Juve Massimiliano Allegri, che ha allenato il Milan dal 2010 al gennaio 2014 prima di venire esonerato. In rossonero ha vinto uno scudetto ed una Supercoppa Italiana, centrando anche la qualificazione in Champions League nel 2013 dopo una rimonta incredibile. Sfida speciale anche per Mattia De Sciglio che torna ad affrontare la sua ex squadra, il club che lo ha cresciuto e che lo ha di fatto lanciato nel grande calcio. Ultimo che sentirà molto l’avvicinarsi di questo match è Leonardo Bonucci. L’ex difensore della Juve torna allo Stadium  dopo quasi un anno da avversario. Bonucci sarà assalito dai ricordi di trionfi passati, nello stadio in cui è stato protagonista dal 2010.

Dopo aver passato momenti difficili con Delneri in panchina, Bonucci ha contribuito alla vittoria dei sei scudetti consecutivi, con Conte in panchina prima e con Allegri poi.
Tre vittorie in Coppa Italia e 2 finali di Champions League portano anche il suo nome. Era un idolo della tifoseria bianconera, la quale lo accoglieva in curva quando non poteva scendere in campo. Bonucci aveva anche detto che si sarebbe fatto legare ai cancelli dello Juventus Stadium piuttosto che lasciare Torino. Poi però ha lasciato il club bianconero ed ha firmato per il Milan. Ora sarà interessante vedere come verrà accolto sabato sera. Il tifoso, si sa, non si cura del passato e guarda solo il presente e ciò che ha fatto Bonucci non è stato apprezzato dagli juventini ed è per questo che ci si pone la domanda: come verrà accolto, tra fischi, tra applausi, come accaduto con altri giocatori, o nell’indifferenza totale?

  •   
  •  
  •  
  •