Juventus-Atalanta moviola: contatto Benatia-De Roon, maglietta strappata. Mariani e VAR, sufficienza piena (Video)

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
TURIN, ITALY - SEPTEMBER 23: Paulo Exequiel Dybala (2L) of Juventus celebrates after scoring the 4-0 goal during the Serie A match between Juventus and Torino FC on September 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images ) juventus-atalanta

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews


Juventus-Atalanta
termina con il risultato di 2-0, in virtù delle reti siglate al 29′ da Higuain e all’81’ da Matuidi, e balza a +4 dal Napoli secondo classificato.
Per la Vecchia Signora si tratta di una vera e propria fuga scudetto: gara mai in discussione, con i bianconeri che hanno dominato in lungo ed in largo. Bergamaschi a tratti troppo rinunciatari e mai incisivi, circostanza aggravata dall’espulsione per somma di ammonizioni occorsa a Mancini al 79′, che di fatto ha posto la parola fine sulla partita.
Di seguito sono riportati gli episodi da moviola della sfida di questo pomeriggio, valida per il recupero della ventiseiesima giornata di Serie A, rinviata lo scorso 24 febbraio per una copiosa nevicata caduta su Torino pochi istanti prima del match.

Moviola Juventus-Atalanta, analisi degli episodi dubbi dell’Allianz Stadium

A dirigere l’incontro Juventus-Atalanta è stato designato il signor Maurizio Mariani della sezione di Aprilia: gara tutto sommata gestita in maniera normale, senza alcun episodio che abbia orientato il match in un determinato verso.
La gara inizia subito con un episodio dubbio al 3′: Dybala in corsa scivola all’interno dell’area di rigore dei nerazzurri. L’attaccante bianconero non protesta neanche, affermando persino con i gesti di essere caduto da solo, con gran sportività. Mariani lascia giustamente proseguire.
Al 22′ il direttore di gara non interrompe il gioco per un rude intervento di Gosens ai danni di Dybala: potevano starci gli estremi per un calcio di punizione diretto in favore della Juventus.
Manca un cartellino giallo al 24′: Toloi impedisce la rimessa laterale da parte dei bianconeri. Mariani lascia proseguire tra le proteste dei padroni di casa.
Regolare la posizione di Gonzalo Higuain in occasione della rete del vantaggio al 29′: al momento del passaggio di Douglas Costa, il Pipita si trova in posizione nettamente regolare, come è possibile evincere dal video che segue.

Nella seconda frazione di gioco, si segnala al 47′ l’ammonizione per Hateboer che entra in ritardo su Asamoah. Corretta la decisione del direttore di gara.
Al 57′ i bergamaschi protestano: manca un giallo a Benatia per un intervento a vuoto sul Papu Gomez. L’arbitro Mariani ritiene il fallo non passibile di ammonizione. Tuttavia il fischietto laziale quattro minuti dopo, ossia al 61′, non giudica allo stesso modo l’intervento di Cristante su Asamoah, ammonendo nella circostanza il calciatore nerazzurro.
Al 69′ l’Atalanta recrimina un calcio di punizione: Gomez viene steso da Benatia sull’out di sinistra. Dalle immagini di seguito, il nerazzurro sembra si lasci cadere con facilità:

Erronea valutazione di Mariani, che al 70′ fischia un fallo di mano di Petagna tra le proteste bergamasche.
Alex Sandro invece riceve una giustissima ammonizione al 72′ per un intervento da dietro su Ilicic.
Nel giro di due minuti, Mancini lascia l’Atalanta in 10 uomini: ammonito al 78′ per una trattenuta su Higuain, si ripete subito dopo sgambettando Chiellini involtatosi a rete. Corretti entrambi i provvedimenti.
Al 81′ raddoppio della Juventus: regolare la posizione di Matuidi che va a rete da posizione angolata. Curioso episodio in occasione del gol: Benatia e De Roon si trattengono a vicenda, dopo la rete inscenano una vera e propria lotta. Il marocchino ne esce con la maglietta strappata. Mariani, accortosi dell’episodio, ammonisce entrambi, come è possibile vedere nel video che segue.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Benevento-Juventus 1-1: la Juve non va, solo un pareggio al Vigorito