Juventus, scintille Allegri-Benatia nel match con l’Atalanta. Ecco cosa è accaduto

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui

TURIN, ITALY - SEPTEMBER 09: Massimiliano Allegri head coach of Juventus FC looks on during the Serie A match between Juventus and AC Chievo Verona on September 9, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Juventus-Atalanta, bianconeri vittoriosi per 2-0 grazie alle reti di Higuain e Matuidi. Ma non tutti sono felici a fine gara visto anche cosa è accaduto subito dopo la rete del raddoppio juventino.
Faccia a faccia Allegri-Benatia che non è passato di certo inosservato creando qualche malumore sino al dopo gara.

Siamo al minuto 36′ della ripresa quando Higuain serve l’assist al compagno Matuidi che insacca col mancino la rete del 2-0. Davanti a loro però il centrocampista dell‘Atalanta De Roon e il difensore bianconero Medhi Benatia si strattonano vistosamente sfiorando la rissa, con il difensore marocchino che ha la peggio e si ritrova con la maglia totalmente strappata. Da qui il direttore di gara decide di ammonire entrambi i protagonisti della vicenda facendo andare su tutte le furie Benatia che in realtà aveva subito e restituito la trattenuta. Mentre i compagni stanno festeggiando la rete che consente alla Juventus di chiudere il match, il centrale difensivo si dirige verso la panchina per cambiare la maglietta completamente strappata e si ritrova davanti il tecnico Massimiliano Allegri furioso nei suoi confronti. Uno “Stai zitto” ripetuto per ben quattro volte, così il tecnico bianconero si è rivolto a Benatia con il difensore che ha provato a ribattere senza successo. Un duro confronto, a senso unico, che ha ricordato con le debite proporzioni la sfuriata a distanza della passata stagione con Leonardo Bonucci poi punito e spedito in tribuna sul famoso sgabello. Benatia era diffidato e con l’ammonizione ricevuta nella partita di ieri salterà il prossimo impegno della Juventus, ma il timore di Allegri era che il centrale continuasse nelle proteste verso l’arbitro e rimediasse un’espulsione che lo avrebbe tenuto lontano dal campo per più tempo. Allegri non ha dato modo a Benatia di dire la sua e il marocchino non l’ha presa bene tanto che a fine partita, mentre i compagni festeggiavano sotto la curva come di consueto, Medhi si è diretto nello spogliatoio senza neppure una parola. Neppure Marco Landucci, vice allenatore, è riuscito a fermarlo. Forse Benatia era ancora troppo arrabbiato per la vicenda che De Roon e per i rimproveri di Allegri.

Leggi anche:  Champions League, primo arbitro donna: dirigerà la Juventus

Caso Allegri-Benatia: tutto risolto? Parla il tecnico bianconero

Nel dopo gara a spiegare l’accaduto ci ha pensato Allegri in conferenza stampa. Il tecnico della Juventus ha tenuto a precisare che con Benatia non c’è alcun caso. Infatti in conferenza stampa l’allenatore bianconero ha chiarito: “Tutto risolto, è stato solo un momento di rabbia. Benatia è un bravo ragazzo, ma quando gli si chiude la vena diventa impossibile da marcare. Gli ho dovuto dire di stare zitto perché non la smetteva più“. Nessun caso dunque e nessuna punizione in arrivo per il centrale bianconero.
Anche il compagno di squadra Pjanic è tornato sull’accaduto soffermandosi sull’episodio del campo: “Durante l’azione si sono trattenuti la maglia e Benatia si è arrabbiato, ma alla fine si è calmato. Peccato che abbia preso questo giallo, ma ha fatto un’ottima partita e non è successo nulla di che“. Tutto catalogato come un normale episodio di gara quindi. Tra Benatia e Allegri tornerà presto il sorriso.

  •   
  •  
  •  
  •