Lazio, pronta la class action contro l’AIA per i continui errori arbitrali

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui
MILAN, ITALY - DECEMBER 27: The scoreboard shows the use of the new VAR system during the TIM Cup match between AC Milan and FC Internazionale at Stadio Giuseppe Meazza on December 27, 2017 in Milan, Italy.

(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

La Lazio è stufa degli errori, alcuni clamorosi, subiti ed è pronta a muoversi contro arbitri e Var. L’ultimo episodio contestato è il fallo da rigore di Benatia su Lucas Leiva in Lazio-Juventus di sabato scorso. Proprio il fallo non fischiato è stata la goccia che ha fatto nuovamente traboccare il bicchiere. Dopo le lamentele pubbliche del tecnico Simone Inzaghi e del ds Igli Tare, a muoversi erano stati i tifosi con un’iniziativa che porta ad una diffida nei confronti dell’AIA, l’Associazione Italiana Arbitri.
La tifoseria della Lazio ha dunque deciso di agirei rivolgendosi ai due legali, gli avvocati Trane e Mignogna che depositeranno la diffida presso il tribunale di Roma. Successivamente ci sarà la class action di cui i due legali saranno portavoce. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, sono state raccolte oltre 450 adesioni che potrebbero aumentare dopo l’episodio non fischiato dall’arbitro Banti nell’ultimo match della Lazio contro i bianconeri della Juventus.

Leggi anche:  Un Ibrahimovic famelico...

Una battaglia iniziata mesi fa in seguito ad episodi contestati nelle precedenti sfide contro Roma, Fiorentina, Sampdoria, Torino, Inter e Milan. La class action della Lazio, alla quale possono aderire tutti gli abbonati allo stadio, i fruitori di pay per view e i possessori di biglietti di singole partite, avrà dunque un doppio fine: far accertare gli errori commessi dal Var e soprattutto tutelare ogni singolo tifoso nonché consumatore. La Lazio non ci sta e la battaglia contro l’AIA sembra solo all’inizio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,