Milinkovic Savic e il presunto sputo a Suso in Lazio-Milan, possibile prova tv ?

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui
BOLOGNA, BOLOGNA - OCTOBER 25: Sergej Milinkovic Savic of SS Lazio celebrate a opening goal during the Serie A match between Bologna FC and SS Lazio at Stadio Renato Dall'Ara on October 25, 2017 in Bologna, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

(Photo by Marco Rosi/Getty Images© selezionata da SuperNews )

Milinkovic Savic nell’occhio del ciclone e questa volta non si parla di calciomercato. Infatti ieri, durante la semifinale di ritorno di Coppa Italia tra Lazio e Milan vinta ai rigori dagli uomini di Gattuso, il centrocampista biancoceleste si è reso protagonista di un episodio alquanto sospetto che ha creato diversi interrogativi.

Siamo al minuto 102′ quando, in seguito ad un fallo su Suso fischiato dal direttore di gara all’indirizzo appunto di Sergej Milinkovic Savic, il giocatore laziale si lascia andare a vistose polemiche e ad un gesto passato inosservato sul campo ma che non è sfuggito agli occhi attenti dei telespettatori e di molti tifosi: uno spunto, forse all’indirizzo di Suso.
Il 23enne serbo, dopo aver protestato verbalmente nei confronti dell’arbitro Rocchi, mima un saltello e poi si lascia andare ad uno sputo che, le immagini non chiariscono, finisce forse su Suso ancora a terra, o alle spalle di un altro giocatore rossonero, Calabria.
Dal campo nessuno si è lamentato e probabilmente nessuno si è reso conto dell’accaduto, ma dalla televisione il gesto è stato evidente e molti tifosi, specie quelli di fede rossonera, hanno subito protestato via social postando sui vari network, Twitter soprattutto, il fermo immagine in cui è ben visibile il gesto di Milinkovic Savic.
In diretta, le telecamere hanno staccato quasi immediatamente non chiarendo l’intera dinamica dell’azione in questione. Certo è che lo sputo è ben evidente e in questi casi potrebbe anche scattare la prova tv. Milinkovic Savic potrebbe essere dunque sospeso per alcune partite della Tim Cup che si disputerà la prossima stagione, salvo disposizioni diverse del giudice sportivo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus, gara importante: primato e sorteggio più agevole