Nainggolan, patente sospesa per un mese per guida in stato d’ebbrezza

Pubblicato il autore: Antonio Rondinelli Segui
AC Milan v AS Roma - Serie A

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Ennesima parentesi negativa per Radja Nainggolan, già protagonista di una non proprio sobria diretta Instagram durante la notte di Capodanno per la quale seguirono una multa salata da parte della società, le scuse pubbliche e la non convocazione per la partita contro l’Atalanta disputata a gennaio.
Ora, invece, i guai arrivano direttamente dal Paese natale di Nainggolan, il Belgio: multa e patente ritirata.
I fatti, tuttavia, non sono recenti, ma risalgono al 26 marzo dello scorso anno, quando il calciatore venne fermato in stato di ebbrezza dalla polizia belga, alle 7 del mattino, in seguito all’amichevole tra il suo Belgio e la Grecia.
Il giocatore si era giustificato dicendo di non essere stato alla guida del mezzo, ma di aver preso il posto del conducente a veicolo fermo a causa di una ruota forata. A quanto pare, però, Radja Nainggolan non è stato abbastanza convincente per il giudice che, a distanza di un anno, ha emesso la sentenza definitiva: patente ritirata per un mese e 1.600 euro di multa. Insomma, ancora guai per il Ninja.

Leggi anche:  Roma, Veretout a Villa Stuart: lungo stop per il francese

ORA PERO’ NON C’E’ TEMPO DI PENSARE AL PASSATO, perché da questo Radja Nainggolan avrà tempo per redimersi (come ha già fatto pubblicamente per i fatti di Capodanno).
Ora la concentrazione deve essere focalizzata sul prossimo futuro, dal momento che, tra meno di una settimana, la Roma si ritroverà a giocare l’andata dei quarti di finale di Champions League contro il Barcellona al Camp Nou, partita che vede i giallorossi sfavoriti, ma non di certo meno agguerriti di come dimostrato fino ad ora.

  •   
  •  
  •  
  •