Patrick Cutrone, l’attaccante pungiglione del Milan. Il derby con l’Inter per la definitiva consacrazione

Pubblicato il autore: divino sor Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 28: Patrick Cutrone of AC Milan celebrates after scoring the opening goal during the serie A match between AC Milan and SS Lazio at Stadio Giuseppe Meazza on January 28, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images scelta da Supernews)

Molti già lo paragonano al grande Pippo Inzaghi come lo stesso allenatore Gennaro Gattuso.
Patrick Cutrone ci ha messo poco a diventare un idolo dei tifosi del Milan, deliziando l’esigente pubblico rossonero con gol a raffica e prestazioni arcigne al servizio della squadra.
con i gol da rapace nell’area.

Nato a Como il 3 gennaio del 98 e cresciuto nelle giovanili della squadra rossonera, Cutrone è esploso nella International Champions cup, torneo estivo amichevole in Cina, mettendo a segno una doppietta contro il Bayern Monaco allenato da Ancelotti. Dopo quella partita, l’allora tecnico rossonero Montella lo ha schierato titolare nei match dei preliminari di Europa League e anche a inizio campionato con gol all’esordio nello 0-3 a Cutrone. Il ballottaggio con Kalinic è, di fatto, terminato con il match di Coppa Italia dello scorso 27 dicembre contro l’Inter vinto dai rossoneri 1-0 con un gol da rapace in area di rigore ai tempi supplementari. La definitiva consacrazione del giovane attaccante rossonera è arrivata domenica scorsa con un’altra rete, stavolta rifilata alla Roma all’Olimpico. Un’ulteriore prodezza che Cutrone ha voluto condividere con i compagni di squadra, ai quali, egli stesso riconosce gran parte dei meriti per lo splendido periodo di forma.

Leggi anche:  Dove vedere Lilla Milan, live streaming e diretta tv Europa League

Milan-Inter, Cutrone sarà decisivo nel derby di domenica?
Cutrone è nella sua condizione migliore alla vigilia del derby con l’Inter in programma domenica 4 marzo. Patrick dovrà vedersela con due colossi come Skriniar e Miranda. Dovesse stupire di nuovo, per Gattuso sarà davvero molto dura togliergli il posto in squadra. Staremo a vedere. Di certo, di Cutrone sentiremo ancora parlare a lungo.

  •   
  •  
  •  
  •