Schick torna a segnare in nazionale:”Un gol che mi aiuta”

Pubblicato il autore: Federico Roberti Segui

Finalmente Schick.
Sembrava non terminare mai la maledizione che ormai da 6 mesi attanagliava l’attaccante ceco.
Prima gli infortuni, poi le occasioni fallite con le conseguenti critiche e poi ancora gli infortuni.
Adesso però basta: Patrick Schick torna a segnare in nazionale dopo oltre 3 mesi dall’ultima volta.
Certo, fare un gol in un’amichevole non è di sicuro una grande impresa, specie se si pensa che la squadra avversaria era la modesta Cina, però è altrettanto risaputo quanto possa risultare importante un qualsiasi gol per un attaccante in crisi.
La rete è arrivata a 14 minuti dal suo ingresso in campo: al 45′ la Repubblica Ceca perdeva 1-0, in poco più di 16 minuti era 3-1 per i cechi, con un gol di Schick da distanza ravvicinata.
“Un gol che mi aiuta, ma non voglio sopravvalutarlo, devo ancora crescere. Non ho comunque intenzione di minimizzare le qualità della Cina, che nel primo tempo ci ha creato problemi”,
ha dichiarato l’attaccante romanista.
Una rete all’apparenza frivola e priva di importanza, ma che in realtà potenzialmente cela al suo interno la fine di tanti problemi psicologici per un ragazzo acquistato ad agosto dalla Roma per circa 40 milioni(pagabili in più rate) e che finora ha aiutato poco o nulla la squadra capitolina.
4 infortuni, 16 presenze di cui solo 6 da titolare ed un misero gol contro il Torino in Coppa Italia, nella partita che valse l’eliminazione della Roma dal torneo. Insomma, per il giocatore più pagato della storia romanista è lecito attendersi di più.
Il ruolo di esterno destro è parso non esaltare le sue qualità, mentre giocare prima punta è alquanto difficile vista la presenza dell’inamovibile Dzeko.
Adesso però Schick è tornato al gol, la Roma ha tanti impegni ravvicinati e si prospettano altre opportunità per il ceco: è il momento di farsi valere.

Leggi anche:  Probabili formazioni Juventus-Lazio: le scelte di Pirlo e Inzaghi
  •   
  •  
  •  
  •