Spal-Juventus, Allegri: “Sarà difficile. Il Real? Sono felicissimo”

Pubblicato il autore: Aote Segui

TURIN, ITALY - SEPTEMBER 09: Massimiliano Allegri head coach of Juventus FC looks on during the Serie A match between Juventus and AC Chievo Verona on September 9, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
Vigilia di campionato per la Juventus, nel giorno in cui i bianconeri hanno visto uscire il nome del Real Madrid dall’urna del sorteggio Champions.
Massimiliano Allegri, inevitabilmente, dedica proprio alla doppia sfida col Real Madrid l’inizio della sua conferenza stampa: “Sono molto contento.  Saranno due sfide meravigliose e alla Juventus si lavora proprio per arrivare a giocare gare come questa. Loro sono la squadra favorita per vincere anche questa stagione, ma se saremo bravi e anche un po’ fortunati potremo passare il turno. Avrebbe un gusto particolare. Nella boxe, se vuoi diventare campione, devi battere il campione in carica. Cercheremo di fare lo stesso. Ma prima del Real c’è la Spal, poi la sosta e poi il Milan. Quindi prima ci mangiamo l’uovo di Pasqua e poi penseremo al Real“.
Testa dunque al campionato, a confermare quel primato in classifica conquistato la settimana scorsa e consolidato con la vittoria nel recupero con l’Atalanta.
La Spal, sulla carta, no dovrebbe essere un avversario in grado di impensierire la capolista ma Allegri, come sempre, tiene alta la tensione ed enfatizza i possibili punti forti dell’avversario: “La Spal viene da due vittorie e un pareggio nelle ultime tre giornate. Sono in forma e lottano per salvarsi. Questa è una partita che aspettano da cinquant’anni. Ma quella di domani,anche per noi, è una di quelle partite che non puoi permetterti di non vincere,perché il Napoli non mollerà e potrebbe arrivare a fare 100 punti in campionato. Noi quindi, per vincere, dovremo avere la carica dei 101“.
Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo a Ferrara i sicuri assenti saranno i “soliti” Bernardeschi e Cuadrado, ai quali si aggiunge Benatia, squalificato; al centro della difesa Rugani e Barzagli si giocano una maglia da titolare. Buffon sarà tra i pali. Assente anche Khedira, messo ko dall’influenza.
In attacco confermata la presenza di Higuain, con Dybala, e Mandzukic, che dovrebbe comunque scendere in campo nonostante una condizione non ottimale.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, Zidane: "Con l'Inter sarà una finale"
  •   
  •  
  •  
  •