Benevento, Legrottaglie: “Sanniti società modello. Torneranno presto”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Lo scorso weekend è stato agro-dolce per il Benevento. Sabato ha battuto il Milan a San Siro 0-1 con la rete di Iemmello. Purtroppo quella vittoria ha prolungato di qualche ora la permanenza del club sannita in Serie A, in quanto la vittoria ottenuta dal Crotone a Udine ha di fatto estromesso il Benevento dalla permanenza nella massima categoria. Tuttavia i giallorossi hanno vinto cinque volte in questa stagione fermando il Milan sia all’andata che al ritorno, mettendo in difficoltà molte squadre, tra cui la Juventus che ha faticato molto a battere i campani. La squadra di De Zerbi ha sempre espresso dei buoni livelli di gioco da quando l’allenatore è subentrato all’esonerato Baroni. Insomma, il Benevento non è una cattiva squadra ed avrebbe meritato di giocarsi le sue carte fino alla fine del campionato. Il problema dei sanniti è stato il rimanere concentrati per tutta la durata dei match. Quante volte il Benevento ha perso a causa di un gol preso allo scadere? Reti pesanti, quelle subite, che non hanno permesso alle ‘Streghe’ di pareggiare qualche match in più guadagnando così qualche punticino d’oro. Infatti il Benevento ha pareggiato solamente una volta sola, contro il Milan a dicembre. Per il resto solo cinque vittorie ed il resto solamente sconfitte, talvolta anche immeritate.

Leggi anche:  Juventus, doppia vittoria ai Golden Foot Awards: premiati Ronaldo e Agnelli

Di questo ne ha parlato a ‘Il Mattino’ Nicola Legrottaglie, ex difensore di Juventus e Milan: “Bisogna guardare il Benevento per ciò che ha fatto è che è stato in grado di fare nelle ultime partite. De Zerbi ha dato a questa squadra una sua impronta, avendo la disponibilità da parte della società di rifare la rosa a partire da gennaio. Se avesse potuto avere questa squadra dall’inizio, sicuramente il Benevento avrebbe 7-8 punti in più e avrebbe potuto giocarsela per la salvezza. Il club sannita deve essere preso come esempio, sia a livello di società che a livello di tifoseria. L’anno prossimo il Benevento sarà in Serie B, resta solo da capire con quale allenatore, ma credo che l’ossatura della squadra rimanga la stessa, in quanto parecchi giocatori sono arrivati solamente a gennaio. Sicuramente quando torneranno in Serie A, vi rimarranno avendo incassato una maggiore esperienza. Ora il Benevento sa cosa significa giocare in A.” Occorre ricordare che la Lega ha destinato per le squadre che retrocederanno dei “paracadute” che ammontano a diversi milioni di euro. Quindi il Benevento potrà costruire una buona squadra in grado di ritornare in al più presto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: