Inter-Juventus: spettacolo oscurato, trionfano le “inutili” polemiche

Pubblicato il autore: danilotaverniti Segui
BOLOGNA, ITALY - NOVEMBER 04: the referee check the VAR prior to give a penalty kick to FC Crotone during the Serie A match between Bologna FC and FC Crotone at Stadio Renato Dall'Ara on November 4, 2017 in Bologna, Italy. (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Il derby d’Italia Inter-Juventus non ha tradito le attese. Gol ed emozioni hanno caratterizzato la sfida di San Siro terminata 2-3 con i bianconeri grazie al gol decisivo di Higuain nei minuti finali che avvicina la Juve al settimo scudetto consecutivo.

Purtroppo però, nel dopo partita, poco si è parlato delle reti di Icardi e Higuain, oscurate dalle inevitabili polemiche sull’arbitraggio di Daniele Orsato, le cui decisioni hanno scontentato e non poco l’Inter e i tifosi nerazzurri.  Ancora una volta, e non è certo una novità per il calcio italiano soprattutto quando si disputano big match tra le grandi del campionato, gli episodi da moviola (anzi da Var) hanno preso il sopravvento sulle gesta dei protagonisti e sulle emozioni vissute nei 90 minuti (e oltre) di gioco).

Leggi anche:  Haaland-Juventus, il padre del norvegese: "Ecco perché mio figlio rifiutò i bianconeri"

Ridurre il match all’espulsione di Vecino (sacrosanta) o a quella manca di Pjanic (altrettanto sacrosanta) è una sconfitta per tutto il calcio italiano che, ancora volta, torna a rivivere il dualismo tra due opposti schieramenti, ovvero tra chi difende e riconosce i meriti della Juventus e chi, invece, ribadisce l’eccessiva e reiterata sudditanza degli arbitri nei confronti dei colori bianconeri. Evidentemente Calciopoli non è stata dimenticata. Allorché, dopo gli scandali del 2006, la Juve è tornata a vincere, le polemiche sono tornate in auge e il club bianconero è sempre stato descritto come “amico degli arbitri”, una visione assolutamente parziale che non deve oscurare i meriti dei pluri campioni d’Italia.  Sei scudetti consecutivi vinti nettamente sul campo sono l’emblema di un dominio incontrastato nel calcio italiano, ulteriormente ribadito dalle due finali di Champions League ottenute negli ultimi quattro anni, dimostrazione tangibile che la Juventus non ha bisogno di aiuti arbitrali.

Leggi anche:  Atalanta-Verona probabili formazioni: Ilicic confermato in attacco?

Allora la speranza (con il rischio di scivolare nella retorica) è che in Italia si cambi mentalità parlando di calcio giocato evitando polemiche controproducenti. Dopo la gara di ieri sera il calcio italiano non ha dato una bella immagine di sé nel mondo, dimostrando che ancora deve crescere sotto il punto di vista del fair play. E i social network di certo non aiutano a riportare la calma…

  •   
  •  
  •  
  •