Inter, Matìas Vecino e il derby contro il Milan: “Siamo forti ma non dico come finirà”

Pubblicato il autore: Martina Pota Segui
MILAN, ITALY - NOVEMBER 05: FC Internazionale Milano fans show their support prior to the Serie A match between FC Internazionale and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 5, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images )

Foto Getty Images © scelta da Supernews

Mercoledì 4 aprile alle 18.30 si recupererà il derby della Madonnina tra Milan ed Inter posticipato in quella tragica giornata del 4 marzo quando morì Astori.
Del derby, ma anche del momento che stanno vivendo i nerazzurri ha parlato il centrocampista dell’Inter, Matías Vecino, in un’intervista rilasciata al Giornale.
Il derby oltre ad essere una partita importante per le due tifoserie di Milano, è una partita fondamentale anche in ottica europea poiché una vittoria per i nerazzurri permetterebbe loro di allungare sulla Lazio, che è momentaneamente 5a in classifica soltanto ad un punto dalla squadra di Spalletti, 4a in classifica a 58 punti,  e quindi darebbe qualche certezza in più per avvicinarsi alle posizioni buone per la Champions; d’altra parte, per i rossoneri potrebbe essere l’ultima chiamata per l’Europa League. Un bivio quindi per le squadre allenate da Spalletti e Gattuso.

Il numero 11 dell’Inter ha collezionato in campionato, per ora, 25 presenze e, dopo essere stato una pedina fondamentale nella formazione nerazzurra, ultimamente sta giocando un po’ meno: “Da gennaio soffro per la pubalgia. Per il fastidio facevo fatica a correre e ad allenarmi e questo mi ha penalizzato. Ora sto meglio solo che il mister ha trovato altre soluzioni e mi tocca aspettare“.
L’Inter negli ultimi mesi non ha avuto proprio un periodo positivo e ha accumulato una serie di pareggi e di sconfitte che hanno fatto perdere ai nerazzurri troppi punti: “In questi mesi ci sono mancate certezze e quando accade questo è difficile uscirne e non capisci neanche perché ci sei dentro. Ora la squadra ha ritrovato consapevolezza e fiducia“.

Dalla partita contro la Juventus del 9 dicembre quando l’Inter pareggiò con i bianconeri, per la squadra fu un susseguirsi di risultati negativi: la partita di Coppa Italia contro il Pordenone vinta ai rigori; le due sconfitte in campionato contro Sassuolo e Udinese che hanno preceduto quella in Coppa Italia proprio contro il Milan; e poi sono arrivati una sfilza di pareggi, ben cinque, contro Lazio, Fiorentina e Roma; ma anche Spal e Crotone.
Nonostante questo, complice anche il brutto periodo attraversato dalla Roma, è riuscita a restare comunque nella parte alta della classifica. Dopo un periodo buio,  ora la squadra sembra aver ripreso la giusta direzione verso i posti utili per la Champions League, che è l’obbiettivo dei nerazzurri come ha sottolineato Vecino:Abbiamo la possibilità di allungare sulla Lazio ed è quello che vogliamo. La Champions è il nostro obbiettivo”.

Da un paio di mesi si vocifera che ci sia un po’ di tensione all’interno dello spogliatoio di Spalletti, ma il giocatore ha espressamente dichiarato che le notizie apparse sui siti web sono false: “Sono tutte notizie che escono quando le cose vanno male. Siamo molto uniti. Quando qualcosa va male s’iniziano a cercare cose fuori dal calcio, ma sono solo voci.” Sulla partita di domani sera l’uruguaiano non ha certamente nessun dubbio: “Come partita la vedo fondamentale per noi. All’andata abbiamo vissuto una notte incredibile e domani voglio viverne un’altra. La decideranno un episodio e gli attaccanti. I nostri sono forti. Non vi dico come finirà perché porta male“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,