Juventus, ipotesi 4-2-4 con il Real Madrid. Allegri prova il tutto per tutto

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

TURIN, ITALY - DECEMBER 23: Massimiliano Allegri head coach of Juventus FC looks on during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Si dice spesso che nel calcio non si sa mai, che può accadere di tutto, In passato è già avvenuto che una squadra inferiore battesse un team più quotato. Da ricordare, ad esempio, il Deportivo la Coruna che nel 2004 ha ribaltato il 4-1 subito all’andata a San Siro contro il Milan, vincendo 4-0 in casa. Ma obiettivamente pensare ad una Juventus capace di andare al Bernabeu e di ribaltare lo 0-3 subito martedì scorso in Champions League contro il Real Madrid, rasenta il fantascientifico. Perché il Real non è solo Ronaldo. Sarebbe sbagliato pensare che la Juventus abbia perso perché di fronte aveva un CR7 mostruoso. Di fronte i bianconeri avevano una squadra più forte e più attrezzata tecnicamente, poche storie. Poi se ci si mettono anche gli uomini più esperti come Barzagli-Chiellini e Buffon a commettere errori imperdonabili, la strada è spianata per il Real Madrid. Ai microfoni, Marchisio, Dybala e Allegri si sono mostrati fiduciosi in vista del ritorno, ma sembrano più delle dichiarazioni di rito e più rivolte alla speranza che accada un miracolo sportivo. Insomma pare di vivere la stessa situazione antecedente Spagna-Italia delle qualificazioni ai mondiali dello scorso settembre. Anche in quel caso si affrontavano due squadre molto differenti dal punto di vista tecnico.

Ma l’analogia la si trova anche per quanto riguarda il modulo che Allegri sarebbe tentato di schierare. Il 4-3-3 è al momento l’ipotesi più percorribile con la mediana composta da Khedira, Pjanic (squalificato all’andata) e Matuidi. Davanti occorre ricordare che il grande assente sarà ovviamente Dybala. Ciò potrebbe spingere Allegri a puntare su uno spregiudicato 4-2-4, stile Italia di Ventura. Se la Juve dovesse giocare col 4-2-4, sarebbe ovvio che l’allenatore livornese starebbe provando il tutto per tutto pur di fare risultato al Bernabeu. Però è il caso di considerare che il centrocampo a 2 all’andata è stato responsabile delle imbucate del Real Madrid e quindi si rischierebbe un’altra imbarcata. Allegri deve pensare bene a cosa fare, per portare la Juventus ad uscire (in caso di mancato miracolo) dalla Champions League almeno con onore, dopo aver provato a battere fino all’ultimo attimo i galacticos.

  •   
  •  
  •  
  •