Juventus, Varriale attacca: “L’arbitraggio di Orsato come quello di Ceccarini nel derby d’Italia del ’98”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Buona la prima vorrebbe da dire. Si perchè la Juventus ieri sera a San Siro contro l’inter ha superato il primo degli ultimi quattro ostacoli (ormai tre) sulla strada verso la conquistata del settimo scudetto. Lo ha fatto con una partita pazzesca, ricca di emozioni e, come al solito, di errori arbitrali. Nello specifico due sono stati gli episodi che hanno suscitato particolari polemiche: il primo ha riguardato l’espulsione di Vecino al 18′ del primo tempo per un brutto fallo commesso dall’uruguaiano su Mandzukic (il giocatore dell’Inter ha volontariamente calpestato la caviglia del croato procurandogli un taglio molto evidente); il secondo inerente alla mancata espulsione di Pjanic al 57′ della ripresa (il bosniaco, già ammonito, ha compiuto un entrata scomposta su Rafinha che meritava il secondo giallo). Sul primo episodio ci sono pochi dubbi perchè, sebbene il centrocampista nerazzurro non affondi il piede sulla caviglia dell’attaccante bianconero -come afferma Bergonzi-, dalle immagini si nota con chiarezza come Vecino cerchi volontariamente il contatto con l’avversario senza un apparente motivo. Anche sul secondo episodio di dubbi non ce ne sono. Infatti Pjanic, già graziato da Orsato nel primo tempo per un fallo commesso sempre su Rafinha, doveva essere espulso per somma di ammonizioni quando al 57′ della ripresa colpisce in maniera imprudente con la gamba alta il petto del centrocampista dell’Inter.

Leggi anche:  Inter, Conte si sfoga: "Non vi dico cosa buttano sull'Inter"

Particolarmente polemico sull’arbitraggio di Orsato è stato il giornalista di Rai Sport, Enrico Varriale, il quale ha più volte twittato durante il match sottolineando gli errori commessi dal direttore di gara. Il primo post che lo ha visto protagonista è stato quello sull’espulsione di Vecino: “Un arbitro che al 18mo si prende la responsabilità di un’espulsione come questa, che può decidere il campionato, deve essere certo di una scelta tanto severa.Ricordo che lo stesso Orsato, e chi era al VAR, nell’ ultimo derby della Mole graziò Chiellini x la gomitata a Belotti”.

Poi sul gol annullato a Matuidi per fuorigioco ha commentato: “Comunque che Orsato non sia sereno si è visto anche in occasione del gol annullato a Matuidi, che lui aveva convalidato malgrado un fuorigioco chilometrico”. Dopo il triplice fischio Varriale ha prima elogiato la prestazione dell’Inter che in inferiorità numerica per più di 65′ è stata in grado di mettere in seria difficoltà la Juventus sfiorando una vittoria che sarebbe stata epica, e poi ha accusato Orsato  di aver condizionato il match a causa dei troppi errori commessi: “L’ impresa leggendaria in 10 contro 11 l’Inter l’ha solo sfiorata. I cambi di Spalletti non hanno convinto e la Juventus non molla mai, ma la partita è stata indirizzata dall’arbitro con errori tecnici e decisioni a senso unico sui cartellini. A pari uomini sarebbe stata un’altra storia”. Per finire, poi, le parole che hanno riportano alla mente il famigerato derby d’Italia del 1998: “A livello di indignazione popolare per l’arbitraggio di Orsato Inter-Juventus di stasera ricorda molto il derby d’Italia del 1998 arbitrato da Ceccarini (quello del mancato rigore fischiato a Ronaldo) E allora non c’erano i social”.

 

  •   
  •  
  •  
  •