Milan, mercato low cost: obiettivo Bernard

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui

Tempo di strategie per organizzare il futuro della squadra rossonera in casa Milan. La coppia Mirabelli-Fassone è già al lavoro per consegnare a Gattuso una rosa sempre più competitiva.

Mercato. Le spese folli della scorsa estate sono già un lontano ricordo. Quest’anno il Milan difficilmente porre permettersi di sorprendere tutti con un unico mercato dalle cifre astronomiche. In fondo, seppur tra alti e bassi, la squadra sotto la guida di Rino Gattuso, uno che sa bene cosa vuol dire vestire la maglia rossonera, ha dimostrato di poter competere per piazzamenti più prestigiosi, in linea con la storia del club.

Sorprese e delusioni. In attacco sembrano muoversi i primi passi della dirigenza del club. Al momento la vera sorpresa è stata il baby Cutrone mentre Kalinic, grande delusione, è destinato a lasciare Milanello dopo solo un anno. Le sue valigie sono già quasi pronte così come quasi emesso è il biglietto aereo con destinazione Cina. Il processo di ambientamento di André Silva sembra essersi concluso e il gioiellino portoghese potrebbe restare in Italia per giocarsi le sue chance.

Parametro zero o scambi. Suso, condottiero della linea offensiva del Milan in questa stagione potrebbe lasciare – un po’ a sorpresa – il capoluogo lombardo in direzione Napoli con Callejon che farebbe il percorso inverso raggiungendo il connazionale Pepe Reina. Ma anche il mercato degli svinacolati fa gola al club rossonero che stanno puntando il brasiliano dello Shakhtar Donetsk, Bernard. Dopo 5 anni in Ucraina, il giocatore ha comunicato alla società l’intenzione di non rinnovare il suo contratto. Pronto per una nuova avvenuta, il numero 10 degli ucraini, potrebbe vestire la maglia del Milan per continuare la grande tradizione verdeoro della squadra. Il giocatore, capace di spaziare su tutto il fronte offensivo, potrebbe essere un jolly per Gattuso che potrebbe contare anche sulla sua esperienza in campo europeo. Per informazioni chiedere a Napoli, rimasto fuori della Champions League a favore degli arancioneneri e alla Roma che per conquistare i quarti ha faticato e non poco contro la compagine Ucraina. Su di lui, talento classe 1992, c’e da tempo anche l’Inter. Si profila un nuovo derby sul mercato tra le formazioni meneghine.

  •   
  •  
  •  
  •