Napoli, Sarri: “Dito medio? Ho mandato a quel paese chi ci ha insultato perchè napoletani”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

(Foto di Maurizio Lagana/Getty Images – scelta da Supernews )

Il Napoli ha ufficialmente riaperto il campionato. Mertens e compagni sono riusciti a conquistare un successo fondametale all’Allianz Stadium che permette loro di accorciare sensibilmente le distanze dalla capolista Juventus, ora distante solo 1 punto. A decidere il match, dominato dagli uomini di Sarri che poco o nulla hanno concesso ai bianconeri durante tutto l’arco della partita, è stato un calcio d’angolo al 90′ dal quale il difensore del Napoli, Kalidou Koulibaly, staccatosi dalla marcatura di Benatia, ha sovrastato la difesa bianconera superando con un formidabile colpo di testa il portiere bianconero, Gigi Buffon, che nulla ha potuto di fronte ad una simile giocata. I partenopei hanno saputo annullare la Juventus con un pressing asfissiante che non ha permesso ai bianconeri di giocare la partita come l’avevano pensata (attesa e ripartenze). Tant’è che l’unico vero brivido per il Napoli è stato al 17′ del primo tempo quando Pjanic, su un calcio di punizione deviato dalla barriera, ha colpito il palo alla destra di Reina.

Leggi anche:  Europa League 2020/21, le probabili formazioni della quarta giornata e statistiche

Prima del fischio d’inizio l’allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, è stato protagonista di un gesto che ha fatto molto discutere: il tecnico toscano ha mostrato il dito medio ad alcuni sostenitori bianconeri. Dopo il match, però, Sarri ha voluto fare chiarezza ai microfoni dei giornalisti precisando: “Io non mi permetterei mai di insultare una persona perchè tifosa della Juve. Io ho mandato a quel paese un gruppo di persone che ci ha sputato e insultato perchè napoletani. Io ce l’avevo con quelle persone e non con i tifosi della Juve nel 99% dei tifosi. Sarei anche sceso dal pullman perchè se uno mi sputa e mi insulta perchè napoletano, parola usata come un insulto, meritva che scendessi dal pullman ma la Juve e i suoi tifosi non c’entrano nulla”

  •   
  •  
  •  
  •