Roma, il Codacons sul tuffo di Pallotta nella fontana: “Un gesto sconsiderato. Presenteremo un esposto”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui
ROME, ITALY - MARCH 02: AS Roma President James Pallotta looks on during the Serie A match between AS Roma and Juventus FC at Stadio Olimpico on March 2, 2015 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews


Roma-Barcellona 3-0.
No, non è un sogno. I giallorossi ieri sera hanno compiuto un miracolo sportivo. Davanti a quasi 60.000 spettatori che incessantemente hanno spinto i loro beneamini dall’inizio alla fine, la Roma ha dominato il Barcellona conquistando una qualificazione storica: era dalla stagione 1983/1984 che i giallorossi non accedevano alle semifinali di Champions League (allora si chiamava Coppa dei Campioni). Una notte magica iniziata nel migliore dei modi con la rete al 5′ di Edin Dzeko, autore di una prestazione sublime. Il bosniaco ha lottato in mezzo al campo come se non ci fosse un domani, ha difeso la palla con una maestria pazzesca permettendo ogni volta alla squadra di salire e pungere un Barcellona che mai si sarebbe aspettato un avversario così brillante e accorto tatticamente. Nella ripresa si è procurato il rigore -realizzato da De Rossi– che ha permesso alla Roma di alimentare un sogno. Un sogno che è diventato realtà al minuto 82 quando su calcio d’angolo battuto da Under, Manolas ha spiazzato Ter Stegen con un colpo di testa magnifico, facendo esplodere il boato dell’Olimpico. Come è strano il destino: De Rossi e Manolas, gli stessi che hanno macchiato per loro sfortuna la partita d’andata con due autoreti, ieri sera hanno trascinato la Roma in semifinale.

Una grande emozione anche per il presidente della Roma, James Pallotta, che al termine del match ha dichiarato ai microfoni di Premium Sport: “E’ la miglior vittoria. Anche quando Perotti ha segnato contro il Qarabag non è stata malissimo, ma stasera è al top. E’ una notte fantastica. Li abbiamo completamente dominati, è incredibile. All’andata siamo stati sfortunatissimi con rigori negati, questa Roma è indimenticabile”. Poi Pallotta ha risposto così a chi gli ha chiesto se questa Roma può arrivare in finale: “Perché no? Il Barcellona è la miglior squadra al mondo e noi abbiamo vinto 3-0, possiamo vedercela con chiunque. Qualsiasi cosa può succedere nelle prossime 3 partite di Champions”.

Ma la gioia di Pallotta per questa storica qualificazione alle semifinali di Champions League è stata così grande da spingerlo ad un gesto che mai ci saremmo aspettati da lui: sommerso dai sostenitori giallorossi, i quali prima del calcio d’inizio lo avevano accolto con alcuni cori di contestazione, Pallotta si è gettato nella fontana di Piazza del Popolo.

Il Codacons contro Pallotta: “Si è trattato di un gesto sconsiderato. Presenteremo un esposto”

Ieri sera il presidente della Roma, James Pallotta, ha deciso di festeggiare la vittoria ottenuta contro il Barcellona tuffandosi nella Fontana dei Leoni a Piazza del Popolo. Un gesto goliardico che non è passato inosservato al Codacons -Associazione per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori- che ha deciso di denunciare. Nella nota emessa in mattinata dal Codacons si legge: “Si è trattato di un gesto sconsiderato e assolutamente evitabile, un brutto esempio per milioni di giovani che seguono il calcio e la Roma, e che dovrebbero essere educati al rispetto del patrimonio pubblico e dei beni storici. Al di là degli aspetti morali, il tuffo di Pallotta ha costituito un vero e proprio illecito, considerato che le ordinanze comunali prevedono una multa da 500 euro per chi si immerge nelle fontane storiche e monumentali di Roma. Così come negli ultimi anni sono stati sanzionati centinaia di turisti che hanno fatto il bagno nelle fontane romane, lo stesso trattamento deve essere ora riservato al presidente della Roma. Per tale motivo presenteremo oggi stesso un esposto al Comune e ai Vigili Urbani affinché elevino nei confronti di James Pallotta la sanzione prevista dalla legge vigente. E se non lo faranno, scatterà una denuncia nei confronti dell’amministrazione e della Polizia Municipale per omissione di atti d’ufficio”.

Dopo quest’episodio Pallotta, nonostante sia previsto un incontro nel pomeriggio, ha deciso di telefonare alla sindaca di Roma, Virginia Raggi,  per scusarsi dell’accaduto e assicurarle che pagherà la multa.

  •   
  •  
  •  
  •