Buffon annuncia l’addio alla Juventus. Moggi profetizza: “Sará il mio erede”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Luciano Moggi ha scelto il suo erede. Oggi è la giornata dell’addio di Gianluigi Buffon alla Juventus e probabilmente al calcio giocato. Il portiere lascia la maglia bianconera dopo 17 anni ricchi di successi, ma ancora non ha deciso se smettere o continuare per qualche altra stagione. Il suo legame con l’ambiente juventino è indissolubile e rimarrà per sempre il ricordo di una figura quasi mitologica per il club torinese. Moggi nutre una particolare ammirazione per Gigi Buffon: lo ha voluto fortemente nel 2001, acquistandolo dal Parma per 50 miliardi più il cartellino di Bachini. Ne aveva intravisto doti carismatiche fuori dal comune e una grande leadership all’interno dello spogliatoio. Buffon rimase molto scosso dalla vicenda Calciopoli nel 2006 e decise di compiere un atto d’amore, rimanendo con la maglia bianconera anche in Serie B.

Moggi commenta l’addio di Buffon alla Juventus ed è convinto che il portiere abbia giá deciso di appendere i guanti al chiodo e di intraprendere una carriera dirigenziale. Nel suo editoriale sulle colonne di Libero, l’ex direttore generale scrive: “Ora Buffon smette e il suo immediato futuro è nei vertici della società bianconera. Il suo carisma acquisito nel tempo e la credibilità indiscussa nello spogliatoio lo faranno diventare sicuramente un grande dirigente, anche perché è un grande intenditore di calcio. Ha davanti una brillante carriera e alla Juve potrá essere un nuovo Moggi. Più avanti, qualora servisse l’uomo giusto in FIGC, Gigi avrebbe tutti i requisiti per far rinascere il calcio italiano.”

 

  •   
  •  
  •  
  •