Calciomercato Napoli: l’effetto Ancelotti tra sogni, conferme e addii. Ecco tutti i nomi

Pubblicato il autore: Stefano Salamida Segui
BILBAO, SPAIN - MARCH 07: Head coach Carlo Ancelotti of Real Madrid reacts during the La Liga match between Athletic Club Bilbao and Real Madrid CF at San Mames Stadium on March 7, 2015 in Bilbao, Spain. (Photo by Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Calciomercato Napoli – In seguito all’addio di Maurizio Sarri, il Napoli ha ufficializzato l’arrivo del suo nuovo allenatore, Carlo Ancelotti, un nome di grande esperienza e di indiscussa professionalità. Il presidente dei partenopei Aurelio De Laurentiis ha voluto regalarsi un grande tecnico di livello internazionale, ed è già al lavoro per consegnargli una squadra in grado di lottare su tre fronti. Tra le richieste dello stesso allenatore e le partenze e conferme che il Napoli dovrà risolvere, scopriamo quali sono i possibili scenari dell’effetto Ancelotti.

Per il neo tecnico azzurro, la squadra partenopea possiede già una buona base su cui lavorare, con la presenza di giocatori dotati di grandi capacità tecniche e che sono in grado di interpretare a pieno il tipo di gioco da lui proposto, che lo ha reso uno degli allenatori più vincenti del calcio moderno. Milan, Juventus, Chelsea, Psg, Real Madrid e Bayern Monaco hanno tutte una cosa in comune con Carlo Ancelotti; il tecnico di Reggiolo, infatti, con ognuno di questi club ha vinto almeno un trofeo e il Napoli si augura di continuare questo trend positivo vincendo a sua volta il tanto agognato scudetto, sfiorato quest’anno per mano della Juventus di Max Allegri.

IL MERCATO TRA CONFERME E CESSIONI  – Sono tanti i giocatori che Ancelotti vorrebbe confermare in azzurro, ma tra il dire e il fare, ci sono di mezzo clausole e offerte irrinunciabili per alcuni gioielli valorizzati grazie al grande lavoro svolto in questi tre anni da Maurizio Sarri. Uno su tutti è il centrocampista italo-brasiliano Jorginho sempre più nel mirino del Manchester City di Pep Guardiola e che potrebbe essere uno dei sacrificabili nel caso arrivasse un’offerta superiore ai 50 milioni richiesti da De Laurentiis. Inoltre, potrebbe andare via uno dei grandi artefici della crescita del Napoli di questi anni, ovvero, il capitano Marek Hamsik. Il ceco vorrebbe cambiare aria, e come confermato dallo stesso padre del giocatore, al 60% potrebbe accettare offerte dalla Cina. Entrambi i giocatori parleranno comunque del proprio futuro con il neo tecnico Ancelotti che a sua volta, però, avrebbe comunicato quali fossero per lui i punti fermi da cui ripartire la prossima stagione.

I punti fermi che il tecnico vorrebbe non mancassero nel suo scacchiere sono i polacchi Zielinski e Milik, l’insostituibile Lorenzo Insigne e i due giovani centrocampisti Rog e Diawara, oltre che al difensore Koulibaly e l’attaccante Mertens. Quest’ultimo, però, sarebbe un punto interrogativo in quanto è in possesso di una clausola rescissoria di 28 milioni di euro e potrebbe, se vorrebbe, lasciare Napoli da un momento all’altro.

GLI ACQUISTI E I SOGNI – L’effetto Ancelotti potrebbe avere dei risvolti travolgenti, con un mercato spumeggiante. La presenza del neo tecnico, infatti, potrebbe attirare tanti campioni come già successo qualche anno fa con l’arrivo a Napoli di Rafa Benitez. Grazie alla fama del tecnico spagnolo arrivarono Reina, Albiol, Callejon, Mertens e Higuain, e in molti sperano che ci sia lo stesso effetto con il tecnico Ancelotti. Il primo nome che piace ed è quello più abbordabile come valore di mercato, è quello dell’esterno d’attacco del Milan Suso. La trattativa per arrivare al giocatore spagnolo può essere semplificata sia dalla presenza della clausola rescissoria di 38 milioni di euro, ma soprattutto dai motivi legati alla difficoltà economica del club milanese che sarà costretto a vendere alcuni dei suoi pezzi pregiati. I sogni proibiti del mercato azzurro sono il cileno Vidal e il francese Benzema; per quanto riguarda il primo, ha un contratto in scadenza nel 2019 e in uscita dal Bayern Monaco, discorso diverso per la punta del Real Madrid che non entra più nei piani del tecnico Zidane. A spaventare la dirigenza napoletana è l’alta valutazione del giocatore che si aggira intorno agli 80 milioni di euro. Per quanto riguarda il capitolo portiere, dopo l’addio a parametro zero dello spagnolo Reina, rimane in pole il nazionale portoghese Rui Patricio, insidiato seriamente in queste ore dal tedesco del Bayer Leverkusen Bernd Leno.

  •   
  •  
  •  
  •