Diritti tv, attesa tra lunedì e mercoledì la decisione definitiva sul ricorso di Sky contro Mediapro

Pubblicato il autore: antoniofight Segui

https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2018/05/04/diritti-tv-decisione-giudice-tra-lunedi-e-mercoledi_b3ca0dc3-4162-4086-87d5-cd1372bff812.html
SKY non ci sta e contesta alla Lega Calcio la decisione di assegnare i diritti TV per il triennio 2018-21 al gruppo spagnolo Mediapro e , in particolare , l’ emittente satellitare, da quanto si legge nel documento ufficiale depositato dai propri legali ai club di serie A , ha evidenziato come Mediapro pur avendo presentato un’ offerta per il bando rivolta esclusivamente agli intermediari indipendenti non opererebbe come tale ma come vero e proprio operatore della comunicazione.
Secondo la società di Murdoch , infatti , il fatto che Mediapro voglia creare un canale tematico in cui vendere spazi pubblicitari la rende un soggetto inammissibile all’ asta dato che intende agire a tutti gli effetti come operatore della comunicazione attivo sul territorio e nei confronti degli utenti ed essendo preclusa ad unico operatore della comunicazione l’ aggiudicazione di tutti i diritti in esclusiva l’ assegnazione a Mediapro violerebbe anche l’ articolo 9.4 del decreto Melandri e in particolare il capitolo 24.b delle linee guida.
Per questo Sky chiede alla Lega di considerare l’ offerta di Mediapro inammissibile, interrompere le trattative ed escluderla dall’ ammissione.
Il Tribunale di Milano ha accolto il ricorso di Sky Italia decidendo di sospendere d’ urgenza il bando di Mediapro fino al 4 di maggio, quando il Tribunale si esprimerà nel merito facendo così slittare ancora una volta l’ assegnazione dei diritti del prossimo campionato; la precedente scadenza del 21 aprile, data entro la quale si potevano presentare le offerte per acquistare i diritti TV da Mediapro non è più valida. Al momento della pubblicazione del bando erano state evidenziate due criticità e cioè la possibilità di Mediapro di gestire la raccolta pubblicitaria e l’ assenza nel bando dei prezzi minimi per gli operatori. Il bando di Mediapro per l’ assegnazione dei diritti televisivi del campionato di calcio di serie A solleva così tante perplessità da verificarne la legalità prima di presentare offerte.
Sky intende continuare a garantire agli abbonati un prodotto di qualità nella piena libertà ed autonomia giornalistica ed editoriale , in un sistema non discriminatorio e di libera concorrenza tra gli operatori, la volontà di Sky è di continuare a contribuire alla crescita del calcio italiano per lanciare nei prossimi giorni una grande offerta economica che possa garantire il futuro dei club sportivi oltre che la qualità, la creatività e l’ autonomia editoriale e giornalistica, la competizione industriale sempre nel rispetto dei valori della libertà di mercato e di tutte le leggi.
Potrebbe arrivare lunedì prossimo o comunque entro mercoledì la decisione del Tribunale di Milano sulla conferma o sulla revoca del provvedimento di sospensione d’ urgenza ottenuto da Sky del bando con cui l’ intermediario Mediapro ha messo in vendita i diritti Tv della serie A per il triennio 2018-2021, è quanto si è saputo dopo l’ udienza di discussione delle parti di ieri, e il presidente della sezione impresa Claudio Marangoni potrà decidere di confermare il provvedimento già preso di sospensione o di annullarlo e nel caso di sospensione dovrà indicare quali punti del bando risultano illegittimi e l’aderenza alle leggi italiane.

Leggi anche:  Morte Maradona, tampone negativo per Diego Jr: parte per l'Argentina
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: