Juve-Verona, passerella finale per Gigi Buffon e festa scudetto per i bianconeri

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
TURIN, ITALY - OCTOBER 25: Federico Bernardeschi of Juventus celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Juventus and Spal on October 25, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images, scelta da SuperNews

Si alza il sipario sulla trentottesima ed ultima giornata di serie A. Quest’oggi, andrà in scena l’unico anticipo in programma alle ore 15 tra Juventus ed Hellas Verona. I bianconeri giungono a quest’appuntamento da campioni d’Italia per la settima volta consecutiva, un record per il calcio di casa nostra. La Vecchia Signora occupa il primo posto a quota novantadue e detiene lo scettro di miglior difesa del torneo con soli ventitré reti al passivo. La Juventus è reduce da tre risultati utili consecutivi e tra le proprie mura amiche, durante questo campionato, ha collezionato ben quindici vittorie, un pareggio e la miseria di due sconfitte. La settimana che si appresta a concludersi è stata assai particolare, in quanto la squadra abbia goduto di alcuni giorni di riposo sino a giovedì, tornandosi ad allenare solamente ieri.

Nel frattempo, Gigi Buffon ha annunciato, in conferenza stampa, il suo addio dalla Juventus. Il portiere bianconero saluta la Vecchia Signora dopo diciassette anni di militanza, lasciando intendere, però, che non appenderà i guantoni al chiodo, in quanto siano giunte concrete proposte dall’estero. In pole position vi è il Paris Saint Germain, club prestigioso che mira alla conquista della Champions League, nella prossima stagione. Per Super Gigi sarà la gara del commiato, si prevede un “Allianz Stadium” stracolmo in ogni ordine di posto pronto a regalare l’ultimo tributo al capitano dalle mille battaglie. Al termine del match avverrà la premiazione scudetto alla presenza dei vertici della Lega Calcio, ed a seguire è in programma il giro della città in pullman da parte dei calciatori juventini e di tutto lo staff tecnico e dirigenziale.
L’Hellas Verona, invece, saluta la serie A con la retrocessione in tasca già da due settimane. Gli scaligeri occupano il penultimo posto a quota venticinque e provengono da sei ko di fila, con l’ultima vittoria ottenuta in trasferta che risale addirittura al 28 gennaio scorso, in occasione dell’1-4 rifilato alla Fiorentina. Per il tecnico Fabio Pecchia quella di quest’oggi sarà la sua ultima gara al timone dell’Hellas, a margine di una stagione assai difficoltosa e caratterizzata da un pessimo rapporto con i supporters gialloblù.

Intanto, nella giornata di ieri, il tecnico livornese, Massimiliano Allegri ha rilasciato interessanti dichiarazioni in vista del match contro l’Hellas Verona, questo un estratto principale: “La probabilità di una mia permanenza sono altissime, in settimana ci ritroveremo per pianificare il prossimo anno e vedere dove migliorare. Non vedo situazioni che mi possano far cambiare idea, qui sto bene ma chiaramente dovrò parlare con la società. Saranno loro i primi a sapere della mia decisione. Di questo se ne parlerà dopo la festa di domani, se riuscissimo a non subire gol saremmo anche la squadra che per più partite non ne ha presi. Sarebbe un altro bel traguardo, anche per Buffon. Per lui sarà una giornata particolare, storica perché dopo 20 anni lascia la Juventus. Poi sul suo futuro ci penserà bene e deciderà cosa fare. Ma l’importante è regalarsi una bella giornata domani, bisogna festeggiare il quarto scudetto, la quarta Coppa Italia e i suoi 20 anni in bianconero. E’ stato un uomo importante nello spogliatoio, lo è tuttora perché è ancora un giocatore della Juventus. Ma vederlo allenare è sempre un piacere, vederlo parare ancora di più perché rende facili cose che spesso sono difficili. Per questo è un campione, il miglior portiere mai esistito“.

Spostando l’attenzione sulle probabili formazioni di Juventus-Verona, Allegri dovrebbe affidarsi al 4-3-2-1 con Buffon in porta, coppia centrale di difesa composta da Rugani e Benatia, Lichtsteiner a destra e Alex Sandro sul fronte opposto. A centrocampo dovrebbero agire Marchisio, Pjanic e Sturaro, mentre sulla trequarti Douglas Costa e Dybala saranno chiamati al compito di innescare la punta centrale Higuain. Pecchia risponderà con il 4-3-3: Nicolas tra i pali, Ferrari e Fares esterni di difesa, centralmente fiducia al duo Caracciolo-Souprayen. A metà campo spazio a Romulo, Fossati e Zuculini, mentre in avanti Petkovic sarà supportato ai lati da Verde e Cerci. L’arbitro designato per dirigere il match è il signor Riccardo Pinzani della sezione di Empoli.

  •   
  •  
  •  
  •