Hellas Verona, vincere contro il Milan per continuare a sperare

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui
CAGLIARI, ITALY - NOVEMBER 05: Bruno Zuccolini of Verona celebrates his goal 0-1 during the Serie A match between Cagliari Calcio and Hellas Verona FC at Stadio Sant'Elia on November 5, 2017 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Foto professionale Getty Images© selezionata da SuperNews

Volata finale verso la salvezza per l’Hellas Verona che però non può permettersi passi falsi. Contro il Milan, sabato sera a San Siro, servirà una vittoria per continuare a sperare nella salvezza. Ma i 3 punti potrebbero non bastare ai ragazzi di Pecchia.

Lotta salvezza. Nella lotta per restare in Serie A sono implicate ancora tante squadre, scorrendo la classifica al contrario – e lasciando fuori il Benevento ormai matematicamente condannato alla cadetteria – ci sono le due formazioni di Verona, l’Hellas e il Chievo, la SPAL, il Cagliari, il Crotone e l’Udinese. Si potrebbe inserire in questo elenco anche il Sassuolo ma la situazione dei neroverdi al momento è meno complicata rispetto alle concorrenti. Ma, le speranze dell’Hellas Verona di non ricadere in Serie B dopo solo un anno di permanenza nel massimo campionato sono ridotte davvero al minimo. I gialloblù vogliono continuare a sognare la salvezza e per farlo sono obbligati a vincere contro il Milan a San Siro sabato sera. Conquistare i tre punti prima di passare la domenica con il fiato sospeso a guardare i risultati delle altre squadre per conoscere il proprio destino.

Leggi anche:  Gomez raggiunge quota 250 partite con la maglia dell'Atalanta. Il post di Papu su Instagram

Milan. Così come successo per il Benevento, c’è il Milan nel destino salvezza della squadra di Pecchia. Ovviamente i gialloblù si augurano un epilogo differente rispetto a quello delle Streghe  anche se, il risultato sul campo va imitato. Quello che è certo è che i rossoneri, impegnati in un’altra volta – quella per l’Europa League con Atalanta, Sampdoria e Fiorentina – non faranno sconti. I punti in palio nella gara di San Siro fanno gola anche agli uomini di Gattuso. Le porte europee sono a un punto ma il Milan deve riconquistare il proprio pubblico dopo la sconfitta nell’ultima gara casalinga.

Ripartire. Tutti a Verona si augurano che non si ripeta la stessa storia di due settimane fa. Un Benevento bis, quando sui festeggiamenti per i 3 storici punti nella Scala del Calcio si addensò la nube nera della Serie B. La stagione del Verona è stata caratterizzata da alti e bassi, con la squadra capace di vincere contro il Milan, alla seconda panchina rossonera di Gattuso, salvo poi smarrirsi. La classifica di certo non ha aiutato il morale con la squadra sempre nella zona rossa. Anche i tifosi hanno espresso tutto il loro disappunto per le prestazioni dei gialloblù con contestazioni – più o meno forti – rivolte soprattutto al tecnico. Ma per il presidente Setti non c’erano le condizioni per cambiare.

Leggi anche:  Roma, allarme Dzeko per Fonseca: ancora non in condizione; Mayoral scalpita

Guardare avanti. Il patron gialloblù, già dopo la sconfitta nello scontro diretto contro la SPAL, sembra essersi rassegnato alla retrocessione. “Abbiamo fatto scelte sbagliate e adesso ne paghiamo le conseguenze. Me ne assumo le responsabilità, per questo dico che il primo responsabile di quest’annata sciagurata sono io. Adesso dobbiamo solo concentrarci e ripartire anche se con ogni probabilità sarà dalla Serie B“. Per Setti le speranze sembrerebbero essere esaurite, la squadra però vuole crederci ancora. A San Siro con un sogno sapendo però di non essere i soli artefici del proprio destino.

  •   
  •  
  •  
  •