Inter-Sassuolo, Spalletti: “Ci giochiamo una semifinale, dobbiamo volerla giocare al meglio”

Pubblicato il autore: Aote Segui
during the Serie A match between FC Internazionale and UC Sampdoria at Stadio Giuseppe Meazza on October 24, 2017 in Milan, Italy.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Una semifinale da vincere per poi giocarsi tutto nella finale dell’Olimpico con la Lazio; l’Inter di Luciano Spalletti prepara la sfida di San Siro con il Sassuolo con l’unico obiettivo della vittoria per tenere più che mai vive le speranza di qualificazione alla prossima Champions League, magari con la speranza di avere buone notizie da Crotone.
I neroverdi sono già certi della salvezza ma, per bocca del Direttore Sportivo Carnevali, hanno assicurato il massimo impegno e, proprio da questo parte Luciano Spalletti in sede di presentazione della gara ad Appiano Gentile: “Per vincere la partita di domani dobbiamo volerla giocare nel modo giusto. Dobbiamo vincere una partita che è come una semifinale,prima della finale con la Lazio. La squadra si è allenata bene e avremo la spinta dei tifosi dalla nostra parte, se siamo a questo punto è anche merito loro“.
Il tecnico toscano non chiarisce del tutto alcuni dubbi di formazione, che riguardano difesa e centrocampo: “Miranda sta bene, ma va comunque valutato. Non farlo giocare a Udine è stata una precauzione. Vedremo. In mezzo al campo giocherà uno tra Vecino e Borja Valero; Borja è prezioso quando devi fare la partita, mentre Vecino può fare più cose. Di sicuro non ci sarà Gagliardini, per lui se ne riparla la settimana prossima“.
A chi gli chiede se il giudizio sulla stagione sia vincolato alla qualificazione in Champions Spalletti risponde: “Il giudizio lo lascio a voi, ma basta notare che abbiamo recuperato punti su tutti, e siamo avanti a squadre che, nello scorso campionato, sono arrivate prima di noi. Siamo una squadra forte, che ha avuto un momento difficile,dal quale è riuscita, grazie ai calciatori come Cancelo e Rafinha ma non solo. In rosa abbiamo tanti valori“.

Leggi anche:  Juventus-Dybala: "É anche superfluo parlare di contratti per questa persona". La Joya è finita

In caso di arrivo a peri punti con la Lazio l’Inter si ritroverebbe penalizzata dalla differenza reti; per questo si è parlato in settimana del bisogno dei nerazzurri di trovare, oltre alla vittoria, anche un buon numero di reti proprio in ottica differenza reti;argomento che non appassiona Spalletti: “Queste cose non mi interessano. Chi ne parla non ha mai giocato a calcio.Io voglio vincere la partita 1 a 0. Bisogna avere rispetto dell’avversario. Non mi interessa neanche che ci siano cinque diffidati in rosa. Giocheranno comunque i migliori“.
Si torna poi alla valutazione della stagione, anche con un occhio al mercato estivo, di cui si è tanto parlato nelle ultime ore: “Posso già dare alla stagione una sufficienza piena, anche se poi è chiaro che dovremo mettere mano alla squadra e farlo in modo chiaro, anche evitando gli errori della scorsa estate. Sono comunque soddisfatto perchè a inizio anno pensavo che almeno tre squadre sarebbero state molto più avanti di noi mentre adesso siamo padroni del nostro destino per la qualificazione in Champions a due partite dalla fine della stagione. Ci avrei messo la firma ad Agosto,quando abbiamo iniziato la preparazione“.
Battuta finale su Stefan De Vrij, probabile rinforzo per l’Inter futura ma attuale colonna della Lazio, avversaria dell’Inter nella corsa Champions: “Se lo farei giocare fossi al posto di Inzaghi? Non sono un supereroe che si mette nei panni degli altri“.

  •   
  •  
  •  
  •