Mercato Inter: Benkovic per la difesa, si lavora all’addio di Joao Mario

Pubblicato il autore: Aote Segui


Tra presente e futuro l‘Inter è in continuo movimento.
Dopo la vittoria di domenica a Udine la squadra di Spalletti è tornata ad essere padrona del suo destino per la conquista di un posto in Champions League, obiettivo dichiarato della stagione e crocevia fondamentale per definire le strategie future.
Un ‘inter che comunque si è già mossa da tempo sul mercato e le operazioni Lautaro Martinez, De Vrij e Asamoah ne sono la testimonianza.
Il centrale attualmente alla Lazio, per il quale manca ancora l’ufficialità che dovrebbe arrivare dopo la fine del campionato, potrebbe però non essere l’unico rinforzo per la difesa; come riportato infatti dal sito “calciomercato.com” l’Inter segue con interesse Filip Benkovic, centrale classe 97′ della Dinamo Zagabria, che può ricoprire, in caso di necessità, anche il ruolo di centrocampista centrale, a testimonianza di una buona tecnica di base.
Benkovic è un vecchio pallino di Piero Ausilio, che ha tentato di chiuderne l’acquisto già in passato senza successo; nel frattempo il croato ha fatto collezione di ammiratori in giro per l’Europa, tanto che la Dinamo Zagabria non prende in considerazione offerte inferiori ai 20 milioni di Euro; in particolare il Borussia Dortmund sembrerebbe molto interessata.
In queste ore però viene segnalata a Milano la presenza del presidente della Dinamo, Mamic, forse proprio per ascoltare la proposta nerazzurra.
A parziale vantaggio dell’Inter ci sono i buoni rapporti con la società croata, manifestatasi ad esempio nell’acquisto qualche anno fa di Mateo Kovacic, la cui cessione al Real Madrid ha portato buone plusvalenze ad entrambe, tra costi del cartellino e premi di rivendita stabiliti in precedenza.

Leggi anche:  Ziliani scatenato: "Conte flop totale, sta rovinando l'Inter. É inetto e sadico"

Oltre ai movimenti in entrata in casa nerazzurra si studiano con attenzione anche le operazioni in uscita, alla ricerca di plusvalenze preziose in ottica fair play finanziario.
Trai calciatori in uscita da Appiano Gentile c’è il portoghese Joao Mario: ceduto a Gennaio al West Ham con la formula del prestito, l’ex Sporting Lisbona ha ben impressionato, rendendosi protagonista di buone prestazioni, arricchite anche da due gol, che hanno di certo aiutato i londinesi a conquistare la salvezza in Premier League.
Il tecnico degli hammers, David Moyes, ha in più occasioni manifestato il suo entusiasmo per Joao Mario, che gradirebbe l’eventualità di restare a Londra, ma riscattarlo dall’Inter sembra una operazione non semplice, anche per una società inglese come il West Ham; acquistato dai nerazzurri per una cifra vicina ai 44 milioni di Euro, Joao Mario sarà a bilancio del’Inter nel prossimo Giugno per circa 28 milioni di Euro. Difficile che una società di presenti con tal cifra a Milano e per questo l’Inter, probabilmente, cercherà di cedere Joao Mario ancora con la formula del prestito, col doppio intento di rimandare ancora la cessione, magari confidando in un ulteriore rilancio del calciatore, e, sopratutto, di evitare minusvalenze.
Di fatto lo stesso ragionamento che Piero Ausilio dovrà fare per Gabigol che, rientrato in Brasile nel suo Santos, sta disputando una buona stagione, trovando anche con una certa regolarità la via del gol.
Far tornare i conti non sarà di certo facile ma, di certo, con in tasca la qualificazione in Champions League, per i dirigenti nerazzurri potrebbe essere impresa più facile.

  •   
  •  
  •  
  •