Milan-Juventus, Ancelotti: “Vedrò la finale di Coppa Italia con la maglia rossonera”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

Carlo Ancelotti è un vincente nato. Sia da calciatore che da allenatore, sia con la maglia che sulla panchina del Milan è stato amato ed ha vinto tutto, trionfando in lungo ed in largo. Nonostante il presidente Berlusconi non condividesse il modulo che Ancelotti era solito schierare in campo. L’allenatore emiliano ha avuto anche esperienze sulla panchina del PSG, del Bayern Monaco, del Chelsea, squadre che è riuscito a portare alla vittoria. L’unica piazza nella quale non è riuscito a vincere è stata quella torinese, sponda Juventus. I tifosi bianconeri non lo hanno mai apprezzato, un po’ come sta accadendo in questi anni con Massimiliano Allegri. Però questa considerazione è da prendere un po’ con le molle, in quanto situazioni estremamente differenti. In questo periodo si sta parlando di Ancelotti sulla panchina della Juve. Si tratterebbe di un clamoroso ritorno, i contatti tra le parti ci sono stati. Però lui non sarebbe intenzionato a tornare alla Juventus. Ancelotti ha anche rifiutato la proposta della Nazionale, perché praticamente sarebbe d’accordo con un altro club (Napoli?).

Giunti alla vigilia della finale di Coppa Italia Milan-Juventus, Ancelotti ha espresso il suo parere riguardante la partita tra Juventus e Milan: “Vedrò la finale in televisione con la maglia rossonera addosso!” Come non essere dalla sua parte? E’ sempre stato tifosissimo del Milan, club nel quale è stato amato dalla tifoseria, dai giocatori che lo hanno avuto come allenatore. Inoltre quante soddisfazioni si è tolto battendo la Juventus, la storica rivale del Milan. Con la mente pensando ad un Milan-Juventus con Ancelotti in panchina, non si può non prendere in considerazione la finale di Manchester, vinta ai rigori dai rossoneri in una partita che è passata alla storia. La sesta Champions League conquistata dal Milan, un trionfo leggendario contro la rivale Juventus. Per Ancelotti soddisfazione doppia: vittoria della coppa dinanzi alla tifoseria che non lo ha mai desiderato. E domani Carletto spera nello stesso epilogo. Inoltre qualche considerazione tecnica: “Gattuso è stato bravo, perché ha dato un’identità alla squadra. Nelle ultime settimane ho notato un po’ di stanchezza mentale nel Milan, ma ora sono in ripresa. Gattuso sa come si prepara una finale, ma la Juventus è una squadra complicata da affrontare.”

  •   
  •  
  •  
  •