Formazioni Germania-Svezia: tedeschi con l’unica punta Werner, Andersson rilancia Toivonen

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
formazioni germania-svezia

Photo by Charles McQuillan/Getty Images, scelta da Supernews

Formazioni Germania-Svezia: al Fisht Stadium di Sochi in campo si affrontano la Nazionale teutonica, reduce dal deludente k.o. all’esordio contro il Messico, e la compagine scandinava, che alla prima invece ha raccolto tre punti contro la Corea del Sud grazie ad un penalty siglato da Granqvist.
Gli uomini allenati da Joachim Löw sono chiamati a riscattarsi dopo l’opaca prestazione della prima giornata: contro gli svedesi occorre fare bottino pieno, onde evitare di complicarsi il cammino ai Mondiali di Russia 2018, le cui conseguenze per i campioni del mondo in carica potrebbero essere molto disastrose.
La compagine guidata dal commissario tecnico Jan Andersson  è chiamata a confermarsi in questa competizione: il successo contro i coreani, seppur di rigore, ha dato alcuni buoni spunti al trainer gialloblu, ma potrebbe non bastare. Contro la Germania occorre giocare una gara quasi perfetta anche perché a lungo andare il calibro dei calciatori a disposizione di Löw  possono comunque fare la differenza.

Leggi anche:  Lazio, Inzaghi in conferenza: "Squadra tosta, ma pensiamo a vincere"

Formazioni Germania-Svezia, le due Nazionali si affrontano per la 37esima volta in assoluto: bilancio quasi in sostanziale parità, con i teutonici che hanno battuto per 15 volte gli avversari, 13 invece i successi scandinavi, mentre 8 sono i pareggi. Sono quattro gli incontri disputati in un Mondiale, rispettivamente nel 1934 con successo dei tedeschi per 2-1, nel 1958 con affermazione da parte degli svedesi, nel 1974 e nel 2002 con vittoria ancora dei tedeschi rispettivamente per 4-2 e 2-0.
A dirigere l’incontro Germania-Svezia è stato designato il signor Szymon Marciniak: un solo precedente per i teutonici con il fischietto polacco, con vittoria per 3-0 sulla Slovacchia ai campionati europei in Francia del 2016, con reti di Boateng, Gomez e Draxler; esordio assoluto per la formazione scandinava, che non ha mai incontrato il direttore di gara in questione.

Leggi anche:  Juventus, Dybala sta meglio: società al lavoro per il rinnovo

Formazioni Germania-Svezia: le possibili scelte operate dai commissari tecnici

Formazioni Germania-Svezia, il commissario tecnico dei tedeschi, Joachim Löw, dovrebbe confermare grosso modo lo stesso undici iniziale sceso in campo nella sfida persa contro il Messico. Neuer tra i pali, Boateng e Hummels centrali di difesa, con Kimmich e Plattenhardt terzini; a centrocampo Khedira e Kroos, mentre il trio composto da Müller, Özil e Draxler in posizione da trequartisti hanno il compito di innescare Werner unica punta.

Formazioni Germania-Svezia, il commissario tecnico degli scandinavi, Jan Andersson, dovrebbe confermare il modulo 4-4-2: tra i pali Olsen, difesa a quattro composta da Jansson e Granqvist centrali, con Lustig e Augustinsson in qualità di terzini. A centrocampo Ekdal e Forsberg agiranno da una posizione più centrale, mentre Claesson e Larsson agiranno da esterni; in attacco tandem composto da Berg e Toivonen.

Leggi anche:  Diletta Leotta, che attacco di Selvaggia Lucarelli: "Ha boicottato lei Dazn per dirottare tutti su ‘Ballando’ e Scardina"

Formazioni Germania-Svezia, sabato 23 giugno 2018 ore 20.00

Formazioni Germania (4-2-3-1) : Neuer; Kimmich, J.Boateng, Hummels, Plattenhardt; Khedira, Kroos; Müller, Özil, Draxler; Werner. A disposizione: Trapp (p), ter Stegen (p), Brandt, Ginter, Comez, Goretzka, Gundogan, Reus, Rudiger, Rudy, Sule, Trapp. CT: Joachim Löw.

Formazioni Svezia (4-4-2), la probabile formazione: Olsen; Lustig, Granqvist, Augustinsson, Jansson; Larsson, Ekdal, Forsberg, Claesson; Berg, Toivonen. A disposizione: Johnsson (p), Nordfeldt (p), Durmaz, Guidetti, Helander, Hiljemark, Krafth, Olsson, Rohden, Svensson, Thelin. CT: Jan Andersson.

  •   
  •  
  •  
  •