Milan, con Commisso presidente possibile addio a Gattuso, Fassone e Mirabelli

Pubblicato il autore: Francesco Bergamaschi Segui
FLORENCE, ITALY - DECEMBER 30: Manager of AC Milan Gennaro Gattuso gestures during the serie A match between ACF Fiorentina and AC Milan at Stadio Artemio Franchi on December 30, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Continuano a trapelare sempre più informazioni circa la trattativa che potrebbe portare il Milan tra le mani di Rocco Commisso. Come riportato quest’oggi nell’edizione de Il Giornale, infatti, sembrerebbe che l’imprenditore italo-americano, se la trattativa andasse in porto, potrebbe attuare molti cambi sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista manageriale.

Potrebbero, di conseguenza, lasciare i colori rossoneri non solo l’allenatore dei rossoneri Gennaro Gattuso, ma anche il duo Fassone-Mirabelli. Questa scelta potrebbe essere dettata da due ragioni ben precise: prendere le distanze dalla presidenza di Yonghong Li e, soprattutto, ripartire da zero, riformando pressoché in toto la dirigenza del club di Via Aldo Rossi.

Al momento, però, non sono trapelati anche i nomi dei possibili sostituti di queste tre figure, che rappresentano il vero cuore pulsante del Milan di oggi ma che, in quello di domani, non avrebbero il posto garantito.

Leggi anche:  FC Barcelona - Il Barça B di Koeman si qualifica con una rotonda vittoria 4-0

Il tutto al momento rimane solo un’ipotesi, dal momento che la trattativa per l’acquisizione del Milan da parte di Commisso, il cui nome sembrerebbe fortemente sponsorizzato dalla banca d’affari Goldam Sachs, è ancora lontana dall’essere conclusa.

Nel caso in cui, tuttavia, questa dovesse concretizzarsi, bisognerà capire se questo cambio di rotta avverrà nel giugno 2019 oppure già nelle prossime settimane: una riforma così drastica, sia dirigenziale che tecnica, potrebbe creare non pochi scompensi all’interno del club, che si troverebbe così a riformulare tutte le strategie di calciomercato e tecnico-tattiche per la prossima stagione, il cui inizio è distante meno di 2 mesi.

Inoltre, fattore non marginale, nel caso sempre più probabile di un’esclusione dalla prossima Europa League, non sarebbe così facile nemmeno la ricerca di una guida tecnica disposta ad accettare questa situazione societaria così intricata e controversa, al netto del blasone dei rossoneri; i possibili obiettivi di mercato, in aggiunta, potrebbero essere titubanti nell’accettare una possibile offerta di un club in piena rivoluzione tecnica e societaria, per di più non partecipante a tornei internazionali.

Leggi anche:  Morte Maradona, le reazioni social: "Per sempre. Ciao Diego"

Nei prossimi giorni sicuramente capiremo se la trattativa Milan-Commisso potrà andare in porto, ma una cosa è certa: se si concretizzasse, il club rossonero potrebbe vivere l’ennesima rivoluzione in pochi anni.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: