Milan, Gattuso idee chiare per il futuro: “Ripartiamo da voglia e mentalità. Migliorerò anche io”

Pubblicato il autore: Martina Gramaglia Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 06: AC Milan coach Gennaro Gattuso issues instructions to his players during the serie A match between AC Milan and FC Crotone at Stadio Giuseppe Meazza on January 6, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images scelta da Supernews)

La stagione calcistica italiana si è conclusa da poche settimane e in molti sono già in vacanza, vista anche la mancata partecipazione della Nazionale azzurra ai Mondiali di Russia. Molti ma non tutti, come ad esempio Gennaro Gattuso. Mentre il Milan è in attesa il verdetto della UEFA per ciò che concerne l’aspetto economico e amministrativo della società, il tecnico dei rossoneri si proietta alla prossima stagione, con le idee chiare sul lavoro da svolgere in estate con la squadra. Nel corso di un’intervista rilasciata a Milan tv, il mister calabrese ha tracciato le linee guida sulle quali poggerà la preparazione della squadra. Tre concetti fondamentali: mentalità, voglia di lavorare e gruppo; elementi cardine che serviranno per migliorare il buon percorso già intrapreso quest’anno. I rossoneri hanno chiuso il campionato al 6° posto, conquistando l’accesso all’Europa League e riparando a una stagione partita nel peggiore dei modi e culminata a fine novembre con l’esonero dell’ex allenatore Vincenzo Montella.

Gattuso è riuscito a ridare linfa vitale a un gruppo spento, imponendo ritmi più serrati che hanno aiutato anche i nuovi arrivati ad integrarsi al meglio. Adesso, occhi a ciò che sarà. E per il mister ha evidenziato l’importanza di rimanere per 10-12 giorni a Milanello prima dell’avvio del campionato. “Sarà fondamentale mettere benzina nelle gambe. A Milanello siamo a casa nostra e lì avremo molto da fare”. Sotto il profilo tattico, da parte di Gattuso non c’è l’intenzione di snaturare l’assetto dell’annata appena conclusa: “Ripartiremo con la difesa a quattro ma qualche volta potremo giocare anche a tre. Con il centrocampo a tre o a quattro. E’ giusto che nel calcio moderno ci siano delle alternative”. 

Il tecnico di Corigliano Calabro ha ribadito che la grinta dello spogliatoio unita alla voglia di rivincita ha fatto sì che la squadra ripartisse con più entusiasmo. Sul fronte calciomercato, Ringhio ha auspicato che gli eventuali nuovi arrivi mostrino la stessa determinazione di chi già veste la casacca rossonera. “Spero che chiunque arriverà, mostri la stessa mentalità vincente di chi è già qui. Il giocatore fa vincere la singola partita ma è il collettivo che permette di arrivare fino in fondo”. Secondo le prospettive di Gattuso, la possibilità di ottenere obiettivi importanti passa proprio dall’unità del gruppo: “Per puntare in alto servirà cominciare dal primo giorno di ritiro, avere voglia di lavorare senza accontentarsi mai. Qualche errore l’abbiamo commesso tutti e dovremo evitare di ripeterli”. Insegnamenti che l’allenatore del club di via Aldo Rossi intende impartire a suoi uomini, ma anche farli propri. “Mi aspetto qualcosa in più anche da me, perché pure io ho commesso qualche sbaglio nelle scelte tecniche”.

Sul fronte mercato, pare ci sia stata un’improvvisa impennata nella trattativa per Memphis Depay, centrocampista olandese di origine ghanese dell’Olympique Lione, da tempo sotto la lente di ingrandimento dei dirigenti rossoneri. Il calciatore è stato avvistato a Torino in occasione dell’amichevole Italia-Olanda insieme al suo agente. Decisiva sarebbe la volontà del giocatore, ormai convinto a vestire la maglia milanista, nonostante siano ancora da definire le condizioni dell’accordo tra i due club.

  •   
  •  
  •  
  •