Juventus, Mario Mandzukic è insostituibile. Marotta prepara il rinnovo di contratto

Pubblicato il autore: danilotaverniti Segui
TURIN, ITALY - SEPTEMBER 20: Mario Mandzukic of Juventus in action during the Serie A match between Juventus and ACF Fiorentina on September 20, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Nella Juventus che vola in campionato c’è un calciatore che si sta rivelando ancora una volta indispensabile, vale a dire Mario Mandzukic. L’ex Bayern Monaco è la certezza di Allegri, oltre ad essere l’arma in più, visto e considerato che il tecnico toscano schiera l’ariete croato quasi sempre dal primo minuto. Nel calcio attuale calciatori come Mario fanno la fortuna del proprio allenatore, in quanto danno soluzioni diverse e garantiscono un rendimento costante e sempre decisivo.

Certo, bisogna dare grandi meriti all’ex tecnico del Milan per aver capito la posizione giusta per Mandzukic, visto che l’eclettico centravanti rende al meglio quando viene schierato nel ruolo di esterno alto a sinistra. Con l’arrivo di Cristiano Ronaldo qualcuno aveva messo in dubbio la permanenza del calciatore. Dubbi che nell’ambiente bianconero non ci sono mai stati, d’altronde, Marotta sta programmando il rinnovo del contratto con adeguamento, per convincere “Super Mario” a concludere la carriera in bianconero. Il calciatore ha compiuto da poco 32 anni e nonostante l’età non giovanissima è integro fisicamente e può garantire almeno altri due anni ad altissimo livello.

Leggi anche:  CR7 e il lancio della maglia: un tweet spiega il perchè

Lo dimostrano i suoi standard in campo, con prestazioni fatte di sacrificio e corsa in difesa per aiutare i compagni nei momenti di difficoltà. Sacrifici che lo hanno fatto entrare nel cuore della Juventus e dei suoi tifosi. Mandzukic ha sempre dimostrato grande amore e attaccamento per la maglia. In estate si era fatto avanti il Manchester Utd e nonostante il corteggiamento di Mourinho il calciatore non ne ha proprio voluto sapere, rimanendo alla Juventus e dimostrando anche in queste prime gare di essere fondamentale negli schemi di Max Allegri.

  •   
  •  
  •  
  •