Juventus, Varriale: “Clamoroso errore di Ronaldo con la Lazio, non è da lui”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Cristiano Ronaldo Juventus – Foto Getty Images© scelta da SuperNews6

Ieri pomeriggio, all’Allianz Stadium, la Juventus ha superato la Lazio grazie alle reti di Pjanic, nel primo tempo, e Mandzukic, nella ripresa. Per i bianconeri, dunque, si è trattata della seconda vittoria consecutiva, dopo quella maturata la settimana scorsa contro il Chievo. Per quanto riguarda Cristiano Ronaldo, invece, anche in questo caso l’appuntamento con il gol è stato rimandato. Nonostante una prestazione poco brillante, il portoghese ha avuto qualche occasione per siglare la sua prima rete con la maglia della Juventus, ma purtroppo per lui, dopo Sorrentino, anche Strakosha ha realizzato una serie di interventi provvidenziali.

A colpire, però, è stato “l’errore” compiuto da Ronaldo al 75′. CR7, servito da un cross basso di Joao Cancelo, a porta sguarnita, non è riuscito ad appoggiare la palla in rete a causa di una provvidenziale deviazione di Strakosha che lo ha mandato fuori tempo. Nonostante ciò, però, Ronaldo ha toccato la palla con il tacco sinistro servendo involontariamente Mandzukic che, da due passi, ha siglato la rete del 2-0 per la Juventus. Dunque, non si puo parlare di vero e proprio errore. Infatti, senza l’intervento del portiere della Lazio, molto probabilmente, Ronaldo avrebbe segnato senza troppi problemi.

Leggi anche:  Bel gioco o risultati? La classifica del possesso palla in Serie A: Juve, Napoli e Atalanta al top, l'Inter...

A sottolineare l’accaduto, ci ha pensato il gionalista Enrico Varriale che, sul suo profilo Twitter, ha scritto: “Seconda vittoria per la Juventus. Superata la Lazio che regge per un’ora ma subisce il raddoppio e si arrende. Non arriva il primo gol di Cristiano che in occasione del 2 a 0 commette un clamoroso errore, non da lui. Oggi è Cancelo il portoghese migliore in bianconero”. Non solo Varriale ha puntualizzato il mancato tap in di Ronaldo. Infatti anche in Spagna, il noto quotidiano sportivo, Marca, ha voluto sottolineare il digiuno di CR7: “Ronaldo è sceso in campo per la prima volta da bianconero sul campo di uno Stadium in attesa del suo gol che non è arrivato. Sul terreno di gioco in cui 144 giorni prima aveva segnato in rovesciata e provocato l’ovazione del pubblico, nel quale aveva sempre fatto gol nelle tre presenze da avversario in Champions, CR7 non riesce a battezzare la Serie A. Allegri lo ha messo sulla fascia sinistra e Cristiano non ha avuto la presenza offensiva vista a Verona da ‘numero 9′”.

A quanto pare, dunque, la pressione mediatica attorno a Cristiano Ronaldo è rilevante. Una pressione che secondo il giornalista Mediaset, Maurizio Pistocchi, potrebbe rilevarsi pericolosa, come lo è stato lo scorso anno per Paulo Dybala. Infatti, sul suo profilo Twitter, Pistocchi ha scritto: “CR7 porterà alla Juventus grande professionalità e mentalità vincente. Gli auguro di riuscire da subito a realizzarsi, per evitare che la campagna mediatica in onda da un mese diventi per lui una pressione insostenibile. Come é stato per Dybala”.

Leggi anche:  Juventus, uno tra Dybala e Ronaldo è di troppo: fissati gli incontri per decidere il futuro

  •   
  •  
  •  
  •