Lazio vuole tutto e subito, il Napoli la punisce: all’Olimpico è 1-2 per Ancelotti e i suoi

Pubblicato il autore: Rosario Becchina Segui

Arkadiusz Milik – Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

Campionato al via e poche sorprese: la Serie A 2018-2019 inizia come era finita, con la sfida a distanza tra un Napoli sempre più affamato di vittoria e una Juve opulenta, vincente ma a tratto elefantiaca ed eccessivamente pesante. Infatti si noti come, nonostante Cristiano Ronaldo, gli uomini di Allegri siano stati bloccati nel primo anticipo di giornata al Bentegodi su un modestissimo pari dal Chievo.

Se tuttavia Allegri mastica amaro, ancora di più è contrariato Inzaghi: non si può, questa Lazio non vince e non convince. Eppure parte molto forte, con un forcing micidiale, e relega i vesuviani nella loro area di rigore: sarà Ciro Immobile a sbloccare la partita al 25, con un tiro di classe, dopo essersi incuneato tra due difensori del Napoli, che si butta all’attacco e, alla fine del primo tempo, pareggia con Milik dopo una bella azione corale al 47: dopodiché Banti manda i giocatori a bere un thè freddo.
Nel secondo tempo il Napoli dimostra il grande rispetto di Ancelotti verso il suo predecessore Sarri; si noti come l’atteggiamento dei partenopei sia sostanzialmente quello della scorsa stagione: palla a terra, aspettare gli avversari e partire in contropiede, restare alti e tenere il pallone. Sarà proprio questo atteggiamento a premiarli, quando al 59 Insigne, servito da Allan ( per inciso uomo partita DAZN ) a momenti buca la porta e timbra il 2 a 1. La Lazio è nervosa e si butta in contropiede, ma non ce la fa: la Lazio parte male in casa, e Inzaghi farà bene a lavorare meglio con i suoi per migliorare. E sabato prossimo c’è la Juve..

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,